San Lorenzo: in barca sotto le stelle

Il cielo stellato incanta l’umanità dalla notte dei tempi. Cosa c’è di più bello di una notte d’estate? Agosto è il mese migliore per osservare limpidi panorami stellati, soprattutto in prossimità del 10 di agosto quando si possono avvistare le Perseidi o Lacrime di San Lorenzo, le stelle cadenti, in realtà una pioggia di meteore che ogni anno toccano la nostra atmosfera nelle notti tra il 12 e il 13 agosto.

Ma quali sono le altre stelle che è possibile vedere ad agosto? Sailogy, piattaforma online di noleggio barche in tutto il mondo, dal Mediterraneo ai Caraibi, con una flotta di oltre 22,000 imbarcazioni tra barche a vela, barche a motore, catamarani e caicchi suggerisce alcune mete costiere al largo delle quali si possono osservare le costellazioni del nostro emisfero. Il luogo ideale è sicuramente a largo della costa, in mezzo al mare, dove il contatto con la natura è totale e l’oscurità che ti avvolge mette in risalto la luminosità del cielo.

L’Orsa Maggiore e l’Orsa Minore

Forse non in tanti conoscono la storia dell’Orsa Maggiore, tra i gruppi di stelle più conosciuti. Sono due i miti legati alla sua nascita, ma il più accreditato racconta la storia della ninfa Callisto, bellissima e devota seguace di Artemide, che venne sedotta da Zeus. Quando Era venne a conoscenza del tradimento del re degli dei, trasformò la ninfa e il piccolino nato dalla relazione, Arcade, in due orsi. Artemide e Zeus, mossi a pietà decisero di trasformare i due sventurati in due costellazioni, l’Orsa Maggiore e l’Orsa Minore. Un luogo incantevole dal quale vedere queste stelle è sicuramente al largo della Sardegna del Sud, qui sarà più facile immergersi nella natura incontaminata, lontani dalle luci artificiali della movida della Costa Smeralda.

Cassiopea

Poco distante dell’Orsa Maggiore si trova un’altra costellazione tipica dei nostri cieli: Cassiopea, l’asterismo identificato con la vanitosa moglie del re di Etiopia, Cefeo. Un giorno la regina, mentre era intenta a pettinarsi i lunghi capelli ricci, aveva osato dichiararsi più bella delle Nereidi, scatenando l’ira delle divinità. Le ninfe del mare, offese per la tracotanza della donna, si rivolsero a Poseidone perché venisse adeguatamente punita e così, Cassiopea, trasformata in costellazione, venne condannata a ruotare per l’eternità intorno al polo nord senza potersi mai riposare. Questa particolare collocazione nella volta celeste la costringe ad assumere periodicamente una posizione capovolta, l’adeguata punizione per la sua vanità. Un luogo perfetto per vedere queste stelle dal mare può essere la Croazia, grazie alle sue insenature e alle sue rade appartate dove isolarsi e osservare con tranquillità il cielo, lontano da fonti luminose.

La via Lattea

 

Restando sempre nei nostri cieli, d’estate è possibile vedere con chiarezza anche la Via Lattea, la galassia a cui appartiene il sistema solare. Secondo la mitologia classica, questo ammasso di stelle nasce da uno schizzo di latte che fuoriuscì dal seno di Era. Infatti, Zeus, approfittando del sonno della moglie, attaccò al seno Eracle, il figlio avuto con Alcmena, perché solo così il bambino avrebbe potuto diventare immortale. Il piccolo però, avvicinato al seno della dea, si attaccò con troppa foga, facendo schizzare parte del latte verso il cielo, creando così di fatto la Via Lattea, che divenne la strada percorsa da tutte le divinità per raggiungere il palazzo reale. Questa galassia è visibile in modo molto nitido nei nostri cieli d’estate, anche grazie alla sua intensa luminosità. Un luogo dal quale osservarla potrebbe essere al largo di qualche isola del Mediterraneo come le Eolie, dove il blu scuro del cielo si fonde con quello del mare, mettendo in risalto le stelle del firmamento.

Una coppia su cinque decide di lasciarsi dopo le vacanze

Avere figli, provare nuove esperienze sessuali o avere un flirt tra le altre decisioni prese nei momenti di relax

Le vacanze per molti italiani sono già iniziate o stanno per iniziare e capita spesso che i giorni di relax siano anche un’occasione per riflettere sulla propria vita, fare bilanci, trarre conclusioni, e decidere a volte di fare qualche cambiamento. Secondo il potente motore di ricerca di voli e hotel, www.jetcost.it, una coppia italiana su cinque decide di divorziare o lasciarsi con il proprio partner dopo qualche giorno di svago e divertimento in vacanza. I cambiamenti, però, non riguardano solo la vita di coppia, tra le iniziative che si decidono di intraprendere quando si è in vacanza figurano anche il provare nuove esperienze sessuali, cominciare un’avventura, lasciare il lavoro, trasferirsi o prendere un animale domestico.

Il team di Jetcost ha condotto il sondaggio nell’ambito di uno studio sulle esperienze di vacanza degli italiani. Sono state intervistate 1.000 persone di età superiore ai 18 anni, sposate o con un partner, che avessero fatto almeno una vacanza di una settimana in coppia negli ultimi 12 mesi.

A tutti è stato chiesto se avessero considerato in qualche modo di “cambiare la loro vita” dopo le vacanze, e quasi tre quarti di loro (74%) ha risposto di sì. Poi gli è stato domandato quale tipo di decisione importante avessero preso, e queste sono state le risposte più comuni:

1. Lasciare il lavoro – 26%.
2. Divorziare o lasciare il compagno/a – 21%.
4. Rimettermi in forma – 18%.
3. Avere figli – 17%.
5. Prendere un animale domestico – 15%.
7. Traslocare – 13%.
6. Avviare un’impresa – 11%.
9. Inseguire un sogno dimenticato (scrivere, cantare) – 10%.
8. Provare nuove esperienze sessuali – 9%.
9. Iniziare un flirt – 7%.

Inoltre, tre degli intervistati hanno risposto di aver deciso di cambiare religione al ritorno dalla vacanza.

A tutti coloro che hanno rivelato di aver deciso di cambiare la loro vita, è stato chiesto come avevano reagito amici e familiari alla notizia del cambiamento: il 63% ha rivelato che avevano dubitato che la decisione importante fosse stata presa solo in vacanza, ma probabilmente era maturata da molto tempo prima.

Un portavoce di Jetcost ha dichiarato: “Passare 24 ore al giorno con il partner durante le vacanze può essere una lama a doppio taglio. C’è chi decide di divorziare o lasciarsi, chi decide di avere figli o addirittura chi decide di avere una relazione extraconiugale. Dalle risposte, comunque, emerge che è bene riflettere a mente fredda sulle cose importanti e non basarsi sull’’esperienza di pochi giorni. D’’altro canto, però, le vacanze sono anche un momento spensierato in cui ci si può concedere del tempo per pensare a se stessi e capire che tipo di vita si vorrebbe vivere, un’’occasione quindi da sfruttare bene per ricaricarsi prima di prendere una decisione che potrebbe cambiare per sempre le cose”.

Maggio, mese ideale per una fuga in Ucraina

Maggio è il mese ideale per una fuga di primavera in Ucraina. In questo periodo uno dei percorsi suggeriti è l’incantevole Valle dei Narcisi in Carpazia, un luogo unico al mondo dove riscoprire la bellezza della natura e il profumo penetrante e dolce dei narcisi. Dai ritmi lenti e dai sapori semplici e genuini, l’Ucraina è sempre più meta privilegiata del turismo internazionale grazie alla sua offerta tra natura, storia e tradizioni a prezzi ancora molto accessibili.

Per godere della fioritura dei narcisi, un tripudio di bellezza unico al mondo che merita una visita almeno una volta nella vita, si deve raggiungere la città di Khust e da qui partire per uno dei percorsi suggeriti nella riserva a Rachiv. La Valle dei Narcisi è la più grande riserva naturale in Europa e nel mondo di questa specie botanica, ben duecentosettanta ettari di fioritura.

Il Narciso, in pericolo di estinzione tant’è che risulta protetto dal 1970, rende questa valle dei Carpazi, Biosfera UNESCO, una delle meraviglie d’Europa.

Ancora poco conosciuta dal turismo internazionale, la Riserva, è un must per gli amanti della natura. Qui si può godere appieno della straordinarietà dei paesaggi. Il Parco Nazionale dei Carpazi possiede un ecosistema ancora incontaminato, paesaggi mozzafiato, vasti laghi, cascate e foreste vergini che sono l’habitat di un considerevole numero di specie botaniche e animali rare. Il Parco è attrezzato per offrire visite guidate, percorsi didattici, escursioni, passeggiate, attività come ciclismo amatoriale, equitazione, arrampicate e visite nelle grotte.

La città di Rachiv è la base migliore da cui partire per l’esplorazione dei Carpazi meridionali. Qui i servizi turistici si stanno rapidamente sviluppando ed è possibile dormire nei cottage e nei piccoli alberghi dove, ancora oggi, è possibile pernottare a partire da soli quindici euro a notte per due persone.

Le Soste di Ulisse alla 74^ edizione del Mandorlo in Fiore di Agrigento

Le iniziative de Le Soste di Ulisse per promuovere il territorio e le eccellenze siciliane saranno protagoniste alla 74^ edizione del Mandorlo in Fiore (1-10 marzo 2019) grazie a una partnership con il Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi, storica manifestazione che anima la città di Agrigento e la Valle dei Templi attraverso il Mandorlo in Fiore, dedicato ai patrimoni immateriali Unesco.

Leggi tutto “Le Soste di Ulisse alla 74^ edizione del Mandorlo in Fiore di Agrigento”