Bellezza, contrastare il tempo ridefinendo la linea del mento

Dopo anni focalizzati sulla zona degli occhi, si pone attenzione al terzo inferiore del viso: «Qui si fanno sentire maggiormente gli effetti della lassità della pelle che altera l’armonia del volto». Patrizia Gilardino, chirurgo estetico, spiega come intervenire

Leggi tutto “Bellezza, contrastare il tempo ridefinendo la linea del mento”

SANA: le novitĂ  presentate in Fiera a Bologna

Ogni prodotto un’idea: a SANA Novità innovazione e creatività si mettono al servizio di sostenibilità e benessere. Le 950 referenze che partecipano alla mostra allestita al Centro Servizi di BolognaFiere rappresentano quanto di meglio è stato studiato e realizzato nell’ultimo anno dalle aziende espositrici di SANA per l’intero comparto biologico e naturale.

I prodotti di SANA Novità sono suddivisi nelle tre categorie di manifestazione: Food (44%), Care&Beauty (48%) e Green Lifestyle (8%). Tutti caratterizzati da una sempre più chiara attenzione alla salvaguardia dell’ambiente che – come dimostrano le soluzioni esposte in Fiera – può trovare applicazione nei più diversi ambiti della quotidianità.

LE ULTIME TENDENZE A SANA
Da una prima visita alla mostra SANA Novità sono numerosi gli spunti interessanti per pubblico e operatori. Nel settore alimentazione si nota innanzi tutto la capillarità dell’offerta, che spazia dal burro vegetale di mandorle alla bio-tisana al pomodoro, dalle caramelle al chewing-gum naturali, dall’olio alle farine, dal caffè ai liquori, dalla frutta essiccata al porridge ayurvedico, ai mental drink.
Interessante, perché dà voce a un fenomeno in crescita in ambito food, è la maggiore consapevolezza sul fronte eco-pack. La pasta, per esempio – proposta in tanti formati e in tante varietà, come quella con grano saraceno fermentato a bassa temperatura o quella colorata a base di verdure (zucca o barbabietola) e legumi (lenticchie gialle o rosse) – si presenta a SANA 2019 con soluzioni di packaging ecocompatibili (cavallotti in carta ecologica e sacchetti biodegradabili). Un trend che si ritrova nelle insalate in busta che, oltre a essere rigorosamente bio, sono confezionate in modo compostabile e plastic free.
In ottica green, spicca sicuramente l’olio spray che, in un solo gesto, riduce gli sprechi e i consumi di grassi.  Non mancano le proposte dei sempre più richiesti stracchini, mozzarelle e yogurt di origine vegetale.

Ottimo per arricchire pietanze dolci e salate e perfetto conservante naturale per carni e insaccati l’estratto di fico d’India, particolarmente apprezzato in ambito cosmetico per le sue proprietà antiossidanti.

Passa dal Food al Care&beauty – altro settore dinamico e in ascesa – anche l’aceto balsamico. Se in abbinamento all’aceto di mele viene proposto anche come bevanda digestiva e dissetante, a SANA il balsamico si ritrova protagonista persino nelle formulazioni di saponi, creme e latte per il corpo.

Nuova formulazione per l’estratto di albero di giada che, addolcente, impreziosisce con note fresche e agrumate un’intera linea cosmetica, come per la gomma di Tara e le molecole di vino giacchiato che – unite all’acido ialuronico – sono da provare in una crema rassodante e anti-invecchiamento. L’alga sendatu si dimostra invece utilissima nel ripristino degli strati più superficiali dell’epidermide e quindi ideale per lozioni lenitive e riparatrici.

Innovativo anche l’uso della polvere shikakai, in abbinamento all’estratto di neem e ai microgranuli di noccioli di albicocca, per un balsamo con proprietà detergenti, o in un vero e proprio shampoo, arricchito con decotto ayurvedico ricco di principi attivi.

Rimanendo alla cura del capello, è in mostra lo scrub lavante a base di polvere di lava vulcanica, mentre – tornando più in generale ai prodotti per la cura del corpo – cresce il numero di referenze presentate in confezioni sostenibili. Dagli spray, anche in questo caso pensati per ridurre sprechi e consumi, ai deodoranti ai dopobarba in eco-pack, ai cosmetici in vaso pratici e ricaricabili, che abbinano efficacia e sostenibilità.

Tante le proposte sul fronte integratori, dalle capsule per contrastare il colesterolo a quelli per affrontare la menopausa o ridurre la cellulite.

Dal settore Green Lifestyle arrivano proposte per l’ambiente e per la casa: c’è la bottiglia che, filtrando l’acqua dalle impurità, consente di rinunciare più facilmente alle monouso, e c’è il kit “zero spreco” – composto da piatto, bicchiere e posate, realizzato in metalceramica – che contribuisce a sua volta alla riduzione della plastica. C’è il bambù, legno flessibile e che si rigenera 30 volte più rapidamente di altre piante, indicato per accessori e arredamento, ma anche per fazzoletti e tovaglioli, come pure per foulard, pellicce e tessuti ecologici e resistenti. Ci sono i piccoli elettrodomestici per fare il formaggio in casa, le essenze per gli ambienti e c’è l’armadio in carta di bio riso. Ci sono i detergenti enzimatici e quelli realizzati con ingredienti alimentari ecologici e biologici, la cui acqua di scarico può essere usata per l’irrigazione di colture bio. Ci sono i gioielli aromatici realizzati con semi di piante tropicali che permettono letteralmente di indossare la propria fragranza preferita. E tanto altro ancora.

IL PREMIO
Appuntamento imperdibile per restare aggiornati sulle ultime novità bio e naturali, SANA Novità offre ai visitatori della manifestazione la possibilità di votare il proprio prodotto preferito, uno per categoria merceologica. Sarà possibile votare fino alle 11.00 di lunedì 9 settembre. I vincitori di SANA Novità saranno annunciati nella stessa giornata di lunedì.

Bastano 60 minuti per “perdere” 10 anni

Per Lei un restyling del décolleté, per Lui ritocchini anti-rughe sul viso. E’ così che sempre più italiani affrontano la crisi di mezza età. Non più acquisti folli, come un’automobile sportiva o una moto, ma trattamenti estetici mini invasivi. Non è un caso se l’Italia è il quinto paese nel mondo per numero di trattamenti estetici, dopo Usa, Brasile, Giappone e Messico (indagine ISAPS).

“Negli ultimi anni sono aumentate di circa il 50% le richieste da parte delle donne di trattamenti mini invasivi di ringiovanimento viso, collo e décolletè”, conferma il dott. Marco Bartolucci, direttore sanitario della Clinica Sotherga, Milano e referente scientifico di Candela.

Secondo un’indagine del Centro Ricerche Candela, per 4 donne su 5 il doppio mento e l’invecchiamento di viso, guance e collo sono i segni meno tollerati con il passare degli anni. “Cicatrici” dell’età che sembrano non piacere neanche agli uomini. “Le richieste da parte degli uomini sono aumentate del 30-40 per cento”, specifica Bartolucci. “Gli uomini chiedono principalmente trattamenti di ringiovanimento del viso”, aggiunge.

Entrambi i sessi sono alla ricerca di soluzioni “soft”. “Sono per lo piĂą persone di 50-55 anni d’etĂ  che hanno paura del bisturi, e che cercano un’alternativa altrettanto efficace dei trattamenti invasivi”, dice Bartolucci. “Oppure sono donne e uomini che hanno in programma di ricorrere al lifting ma cercano, il piĂą delle volte per paura, di ritardare l’intervento di qualche anno”, aggiunge.

Profound, la “macchina del tempo” di Candela, consente di ringiovanire viso, collo e dĂ©colletĂ© senza bisturi. E’ dunque la “cura” ideale per le crisi di mezza etĂ . “E’ infatti molto richiesta sia da donne che da uomini che si trovano ad affrontare questa fase delicata della loro vita”, conferma il prof. Maurizio Valeriani, primario di Chirurgia Plastica e Ricostruttiva dell’Ospedale San Filippo Neri di Roma e referente scientifico di Candela. “Profound è il primo trattamento che rigenera in modo naturale i 3 elementi fondamentali della pelle: elastina, collagene, acido ialuronico”, aggiunge.

Il risultato? Giovinezza, elasticità e tonicità. Con Profound ci vogliono 60 minuti di tempo per “perdere” 10 anni. Più precisamente per cancellare le rughe dal viso, ridurre la lassità di guance e collo, e ringiovanire il décolleté. Non solo. Profound è efficace anche per la tonificazione del corpo. Perfetto quindi anche in vista della prova costume.

“Profound utilizza una radiofrequenza intradermica a impulso lungo e temperatura controllata in grado di rigenerare i tre componenti fondamentali del tessuto connettivo – elastina, collagene e acido ialuronico – attraverso una risposta riparativa. L’effetto – spiega Valeriani – è quello di volumizzare tutta l’epidermide, attenuando le rughe e restituendo elasticitĂ  e tonicitĂ  al viso. Il tutto in totale sicurezza, con un trattamento ambulatoriale e risultati che durano nel tempo: una seduta di circa 1 ora per un effetto che dura 1 anno e mezzo, visibile giĂ  dopo qualche giorno”.