Archivi categoria: Eventi

“Visse d’arte”, per ricordare Giacomo Puccini

Per ricordare Giacomo Puccini nel centenario della scomparsa, il Museo Nazionale degli Strumenti Musicali ospiterà nei prossimi giorni un tris di eventi, tra arte e musica, correlati alla mostra di Corrado Veneziano “Visse d’Arte” attualmente in corso e in programma fino al 23 giugno p.v.

Si comincia sabato 18 maggio, in occasione della Notte Europea dei Musei, quando alle ore 20:45, l’artista racconterà la sua reinterpretazione pittorica di Puccini e delle sue opere liriche in mostra. Un omaggio personale molto sentito dal poliedrico artista – già autore di opere pittoriche iconiche nonché di pregevoli saggi su teatro e linguistica – che della drammaturgia pucciniana, attraverso la pittura, mira ad esaltare del compositore la forte tensione figurativa, in un dialogo con le note del pentagramma, evocando luoghi e personaggi dei suoi capolavori assoluti, tra cui Tosca, Turandot, Manon, Suor Angelica, La Fanciulla del West, Madama Butterfly. La mostra “Visse d’arte” è a cura di Francesca Barbi Marinetti, Cinzia Guido e Sonia Martone.

L’ingresso serale al Museo, al prezzo simbolico di 1 €, sarà consentito a partire dalle ore 19.00, con chiusura alle ore 22:30.

Domenica 19 maggio, alle ore 17:00, l’Auditorium del Museo ospiterà invece il concerto della cantante Alma Manera. La sua apprezzatissima voce, considerata versatile, spirituale e di un’eccezionale estensione, interpreterà alcuni dei brani più celebri di Puccini, quali “O mio babbino caro” (Gianni Schicchi), “Donde lieta uscì” (La Bohème), “Tu che di gel sei cinta” (Turandot), “Vissi d’arte” (Tosca), accompagnata al pianoforte dalla pianista albanese Kozeta Prifti. L’esecuzione canora sarà intercalata da un tessuto narrativo vocale dello stesso Corrado Veneziano, che spiegherà genesi, aneddoti e percorsi delle opere in programma.

Martedì 21 maggio, l’Auditorium del Museo ospiterà invece gli studenti del Liceo Musicale Farnesina che daranno vita, alle ore 17:00 ad un concerto ispirato alle principali melodie pucciniane.

L’ingresso ai concerti del 19 e 21 maggio è di € 6,00, comprensivo della visita al Museo.

La mostra “Visse d’arte” gode del riconoscimento del Comitato nazionale per le celebrazioni “Puccini100”, unica mostra pittorica dell’ampio programma dedicato a Giacomo Puccini, nonché degli auspici della Presidenza Commissione Cultura della Camera dei Deputati.

Orari:

dal martedi alla domenica ore 9:30-19:30

(ultimo ingresso ore 18:30)

Giorno di chiusura: lunedi

Ingresso:

€ 6 (intero)

€ 2 (dai 18 ai 25 anni) solo per studenti UE

Gratuito fino a 18 anni e ogni prima domenica del mese

Museo Nazionale degli Strumenti Musicali

Piazzale Santa Croce in Gerusalemme 9/a – Roma

Gina Lollobrigida, all’asta opere d’arte, cimeli e oggetti personali

Icona del cinema italiano. Grande diva amata dal pubblico. Ma anche artista dai molti talenti. E’ stata senza dubbio straordinaria la vita di Gina Lollobrigida, vissuta tra l’Italia e il mondo, incontrando alcuni dei più noti protagonisti del XX secolo. Per poi tornare a trascorrere gli ultimi anni nell’amata dimora sull’Appia Antica a Roma.

Proprio dagli ambienti della grande villa a cui l’attrice è stata fortemente legata – e che per lungo tempo ha custodito i suoi tesori personali – provengono i circa 400 lotti appartenuti a Gina Lollobrigida che la Casa d’aste Wannenes metterà in vendita nell’attesa asta di martedì 28 maggio (con esposizione dal 25 al 27 maggio) nella sua sede genovese di Villa Carrega Cataldi in Albaro.

“Siamo orgogliosi di essere stati scelti per gestire in asta la Collezione di Gina Lollobrigida. Una collezione unica come unica è stata la vita di questa straordinaria attrice. Da Fidel Castro a Marilyn Monroe, da Federico Fellini a Bill Clinton passando per Henry Kissinger, Humphrey Bogart e Salvador Dalì, sono davvero molti gli incontri che il catalogo dell’asta ripercorrerà attraverso fotografie, cimeli, attestati e riconoscimenti. A questi si aggiungeranno opere d’arte e arredi di un gusto raffinato e internazionale. Una ulteriore dimostrazione della grandezza di un’attrice che ha saputo essere globale quando il mondo non conosceva ancora il significato di questa parola”, afferma Guido Wannenes, Amministratore Delegato di Wannenes Casa d’aste.

Un catalogo speciale con pezzi ‘collectible’ davvero unici, dagli arredi di casa agli oggetti che testimoniano la storia dell’attrice e i suoi importanti legami personali: come l’orologio Seiko regalatole da Fidel Castro quando la diva gli fece visita a Cuba, modello da uomo in titanio personalizzato con la scritta “a Gina con ammirazione. Fidel Castro”. Oppure la stella sulla passeggiata delle star, la Walk of Fame di Hollywood, ricevuta il 1° febbraio 2018. Riconoscimento a cui si aggiunge un Golden Globe Award a Gina Lollobrigida, un David di Donatello e due Nastri d’Argento, anch’essi in asta, ricevuti negli anni dall’attrice simbolo del cinema italiano.

A testimoniarne la sua straordinaria vita e carriera sono anche il bozzetto di Boris Chaliapin (1904-1979) della copertina del Time dedicata a Gina Lollobrigida nel 1945, la Space Shuttle Discovery Commemorative Coin Cover del Kennedy Space Center del 1988 inviatale da Buzz Aldrin con dedica autografa scritta a penna e una coppia di spade del XX secolo utilizzate in una scena del film “La Donna Più Bella Del Mondo”, anch’esse da aggiudicare il 28 maggio.

L’amore per l’arte e la scultura è stato una costante nella vita della Lollobrigida fin da giovane quando, trasferitasi a Roma con la famiglia, si iscrisse all’Accademia di Belle Arti. Tante le frequentazioni e le amicizie con artisti, fra cui quella con Giacomo Manzù (Bergamo 1908 – Aprilia 1991), di cui è presente a catalogo una scultura in bronzo raffigurante proprio la Lollobrigida.

E ancora, la fotografia e il reportage sono stati uno dei suoi numerosi talenti: in asta sarà presente proprio la macchina fotografica che la Lollo utilizzava per scattare fotografie, fra cui anche tanti ritratti di personaggi famosi: una Hasselblad degli anni ’70-’80.

Dalla sua sfera più privata arrivano in vendita alcuni arredi della casa sull’Appia Antica come tre poltrone di manifattura bellunese (Andrea Brustolon) della prima metà del XVIII secolo scolpite in legno di bosso patinato e un prezioso stipo monetiere siciliano del XVII-XVIII secolo in legno ebanizzato, ornato da inserti in corallo su placche e profili in rame dorato.

Sono solo alcuni dei tanti oggetti personali, cimeli e opere d’arte, che compongono i circa 400 lotti appartenuti alla grande diva messi in vendita dalla Casa d’aste Wannenes, nell’ambito della procedura notarile di liquidazione dell’eredità beneficiata. L’esposizione si terrà dal 25 al 27 maggio a Genova, per poi dare vita all’attesa asta martedì 28 maggio 2024 alle ore 14.

Matrimonio, un evento che aiuta le spose a gestire lo stress

Il 27 e il 28 Aprile si terrà la prima edizione di Armony Bride, un evento progettato per aiutare le spose a gestire lo stress legato all’organizzazione del matrimonio, attraverso approcci innovativi che coinvolgono mente, cuore e corpo, l’evento promuove un ambiente armonioso per favorire l’equilibrio emotivo. Armony Bride nasce da un’idea innovativa di Sì, Ti Voglio di Marika Ceppaglia e dal suo desiderio di porre al centro dell’attenzione la sposa ed il suo benessere, partendo dai suoi reali bisogni.

Sarò molto più di un semplice evento wedding, sarà un’esperienza completa e coinvolgente progettata per offrire alle future spose l’affiancamento necessario per affrontare la pianificazione della cerimonia con serenità e armonia, evitando eccessivi sovraccarichi e tensioni.

Appuntamento a Milano il 27-28 aprile 2024, presso l’Agriturismo Dolce Luna nel cuore di Milano, all’interno di una tenuta agricola biologica di 11 ettari, il luogo ideale per chi vuole vivere un momento di privacy con la propria famiglia o con gli amici in totale relax a contatto con la natura, senza rinunciare ai comfort e ai servizi personalizzati di un agriturismo charme.

“Sarò molto più di un semplice evento wedding”, afferma con convinzione Marika Ceppaglia di Sì, Ti Voglio, Armony Bride è un’esperienza completa e coinvolgente progettata per offrire alle future spose gli strumenti pratici e il supporto necessario per affrontare la pianificazione del matrimonio con serenità, fiducia e in armonia”.

Sabato 27 Aprile sarà caratterizzato da una prima parte di fashion show con la presentazione delle ultime tendenze bridal offrendo ispirazione e suggerimenti per lo stile perfetto. I brand in passerella saranno Le Fate Milano, Etoile Sposa Milano, Dream Rent by Sofia Provera, Miss D e Lenarr Nadine per gli accessori con al termine un cocktail Party offerto da Sumisura Cocktail Catering, con cocktail personalizzati ad hoc per l’evento. Durante la serata vi saranno delle esibizioni live del famoso dj Loris Capone.

Domenica 28 Aprile i partecipanti avranno l’opportunità di assistere a sessioni pratiche condotte da esperti del settore sull’organizzazione del matrimonio e non solo, offrendo consigli preziosi e strategie per una pianificazione senza stress. Ci sarà una sessione di rilassamento psico-fisico con sessione di face yoga per il rilassamento mentale e fisico con Valeria Cervaro e esperienza assolutamente innovative quella della psico-armocromia con la celebre Stefania Orlando. Il tema della cura persona sarà a cura di Filippo Monzio make-up e hair look sposa per far emergere la bellezza naturale ma allo stesso tempo glam.

Armony Bride 2024 sarà caratterizzata da 2 giorni di manifestazione in cui si susseguiranno eventi nell’evento, incontri di networking, workshop, talk ispirazionali, con la partecipazione di molti esperti del wedding nazionali.

Per rendere tutto più etereo ed emozionale sarà presente anche la famosa astrologa Ginny Chiara Viola meglio conosciuta come Una Parola Buona Per Tutti astrologa – scrittrice di oroscopi per Fanpage, Radio Deejay, OnePodcast (l’OroscoPodcast), Living Corriere, L’oreal e Wind3 con “Venere, 12 modi diversi per dire di sì”, una sessione in cui racconterà le 12 feste di matrimonio ideali per i 12 tipi di Venere, dopo aver controllato in che segno si trova la Venere di ciascuna partecipante. Toccando l’intrigante discorso del Piano Natale e lasciando un simpatico cadeau ad ognuna.

27 aprile – Dalle 18.30, su invito

28 aprile – Dalle 10.00 alle 19.00, ticket online

Bologna: Cosmoprof and Cosmopack Awards 2024

foto Pixnio

Venerdì 22 marzo, si è celebrata la cerimonia di premiazione della 6a edizione di Cosmoprof & Cosmopack Awards, gli “Oscar della Bellezza” in collaborazione con l’agenzia internazionale BEAUTYSTREAMS che hanno premiato l’eccellenza dell’industria cosmetica tra gli espositori di Cosmoprof Worldwide Bologna.

I 17 migliori prodotti beauty 2024 sono stati i protagonisti della Grande Soirée by Cosmoprof, la serata di gala esclusiva organizzata da Cosmoprof Worldwide Bologna presso il Bologna Congress Center, alla presenza di top player dell’industria a livello mondiale: retailer, brand owner, compratori delle principali catene mondiali, oltre che giornalisti delle principali testate internazionali e content creator.

Cosmoprof & Cosmopack Awards 2024 hanno dato evidenza a prodotti, formulazioni, packaging, design, tecnologia, materiali e ingredienti tra i più innovativi a livello globale, premiando la ricerca e gli investimenti delle aziende del comparto.
I prodotti vincitori di questa edizione sono espressione del know-how di oltre 30 personalità di spicco dell’industria cosmetica da tutto il mondo.
Tra le oltre 700 candidature presentate dagli espositori, una giuria tecnica per la prima volta ha vagliato le proposte analizzandone il valore in termini di innovazione, circolarità e appeal per il
mercato, e ha selezionato lo scorso 29 febbraio 51 finalisti.
Per la selezione dei vincitori alla giuria tecnica si è aggiunta una giuria multidisciplinare, che ha espresso le proprie preferenze sia online, dal 6 al 15 marzo, sia on-site, con un inedito appuntamento in manifestazione mercoledì 20 marzo.

I VINCITORI DI COSMOPROF & COSMOPACK AWARDS 2024
Durante la cerimonia di premiazione 2024, Livio Beshir, attore, conduttore e autore televisivo, è stato accompagnato sul palco da Giulia Salemi, presentatrice radio e Tv e volto di MTV Italia. Ad aprire la serata, la consegna da parte di Enrico Zannini, Direttore Generale di BolognaFiere Cosmoprof, del Life Achievement Award, il riconoscimento assegnato alle personalità più influenti dell’universo beauty, a Trevor Sorbie, un’icona dell’hairstyling mondiale, protagonista sulle principali passerelle del mondo.

Un caloroso ringraziamento va ai preziosi partner, per la loro partecipazione e generosità: AMARO MONTENEGRO, PASTA ARMANDO, CAFFE’ BORBONE, LAURETANA, SHARINGBOX e VANINI. Un grazie particolare anche a MTV Italia, che ha portato alla Grande Soirée di Cosmoprof Giulia Salemi e Pierpaolo Pretelli. Durante l’evento, Giulia è salita sul palco per un saluto più che speciale e Pierpaolo, in veste di dj, ha fatto ballare tutti gli ospiti.

Dal 25 al 28 aprile va in scena il Merano Flower Festival

Tanti luoghi speciali in dialogo con le bellezze architettoniche, che in diverse zone del centro celebrano la natura con fantasia: è la Primavera a Merano. Le aiuole variopinte e le sculture floreali, orgoglio della Giardineria comunale, invitano a camminare come moderni flâneur, alla scoperta della città. Magari attraverso Sentiero di Sissi, per raggiungere i Giardini di Castel Trauttmansdorff (che aprono il 29 marzo), meraviglia da 80 paesaggi botanici dove va in scena, quest’anno, l’esposizione temporanea “Succu… cosa?” che illustra l’incredibile diversità e le ingegnose tecniche di sopravvivenza sviluppate dalle succulente.
Intanto in centro città, dopo che il bianco delle vette innevate ha lasciato spazio al verde dei boschi e più in giù dei vigneti che orlano la città, dal 25 al 28 aprile va in scena il Merano Flower Festival, dove tutto canta le lodi delle piante, dei fiori e della primavera. C’è poesia nell’aria, assieme e tante novità. Il rollio del fiume è la colonna sonora del Lungo Passirio dove trovano spazio gli espositori che mettono in mostra rarità botaniche, proponendole in vendita assieme a tutto per il giardinaggio e per il vostro giardino, o perché no per il vostro terrazzo e per le stanze della vostra casa.

Il festival ha più dimensioni e invita a scoprire tanti angoli di Merano e dintorni con percorsi esclusivi. Si cammina, s’ammirano scorci nascosti, si conoscono persone che condividono la stessa passione. Quella per fiori e piante, per la natura. Per la bellezza.

Percorsi che sono anche del gusto, con le colazioni “cantate” dal Gallo Rosso, il marchio che certifica la genuinità e la qualità altoatesina, il salto di qualità dei masi di montagna e dei piccoli produttori del fondovalle. Ma anche con gli aperitivi con vini selezionati e la musica dal vivo (la bellezza dello stare in compagnia).

Il Flower Festival è sempre più amico di Slow Food, con cui condivide i valori della sostenibilità, del buono, pulito e giusto, che si manifestano in un padiglione dove i cuochi si alternano assieme ai prodotti dei Presidi che esprimono l’orgoglio del territorio. I più piccoli – ma non solo – nel frattempo possono partecipare a workshop per imparare la stampa vegetale di un biglietto d’auguri o di un segnalibro, per confezionare creme e balsami con oli vegetali naturali ed essenziali, per scoprire la tintura con le piante, per esplorare le meraviglie della natura con un microscopio.

L’appuntamento è anche occasione culturale, di approfondimento. Avrete l’opportunità di incontrare i più importanti vivaisti d’Italia pronti a svelare i loro segreti, oppure accomodarvi nella Limonaia, accogliente lounge dove gli esperti chiacchierano dei più svariati argomenti. Non conferenze scientifiche, bensì riflessioni e idee in libertà tonificate dall’autorevolezza dei protagonisti. Qualche esempio? L’agronomo Daniele Zanzi spiegherà come Merano abbia fatto dell’ambiente una caratterizzazione economica e turistica, dove l’alta diffusione di alberi e i tanti spazi verdi seminano indubbi e comprovati riflessi sulla qualità della vita e sulla salute, oltre a mitigare gli squilibri termici. Carlo Pagani, maestro giardiniere, intratterrà sulla tutela della biodiversità nel frutteto famigliare: per ritrovarsi a parlare degli antichi sapori della frutta, un patrimonio genetico dell’umanità ricevuto dai nostri nonni, da conservare e trasmettere ai nostri nipoti. Perché recuperare la biodiversità serve al futuro della nostra terra e dell’intero pianeta.

Dopo la bellezza, il relax: dal Flower Festival il passo è breve per le Terme Merano, sull’altra sponda del fiume. La primavera è tempo di remise en forme e l’Alto Adige è una miniera di materie prime naturali: nella MySpa trovate un ambiente che vi accarezza con trattamenti a base – per esempio – di fiori e uva, scesi pochi gradini vi addentrate nel bagno di vapore al miele o in quello dedicato al Passirio, oppure nella sauna al fieno biologico o in quella classica finlandese… accalorati? Provate la sferzata di energia che vi regala la sala della neve!

Milano, una grande festa per celebrare la Primavera

Nella giornata che dà inizio alla programmazione culturale del Parco e dedicata alla celebrazione dell’arrivo della Primavera, domenica 24 marzo dalle ore 9.30 alle ore 18.00, BAM – Biblioteca degli Alberi Milano propone un programma inedito di esperienze, attività partecipate, performance e incontri che coinvolgono attivamente l’intera community del Parco che si ispirano alle tematiche indagate dal Mandala Lab, il grande progetto internazionale in collaborazione con il Rubin Museum di NY che inaugura la stagione 2024, aperto e visitabile gratuitamente dal pubblico nel corso di tutta la giornata.

Il linguaggio performativo che guida la Festa di Primavera è, come di consueto, quello della danza, con due importanti novità: quattro momenti coreografici commissionati da BAM ad altrettante giovani compagnie di danza contemporanea, che hanno lavorato ciascuna su una delle quattro emozioni indagate nel percorso esperienziale del Mandala Lab e una grande azione coreografica corale e partecipata sotto la guida del coreografo e danzatore Virgilio Sieni.

Sarà anche l’occasione per invitare il pubblico a una riflessione sul concetto di agorà come bene comune, grazie al coinvolgimento di alcune voci illustri del panorama politico e culturale contemporaneo tra cui Giorgio Gori, Sindaco di Bergamo, Paolo Verri, Direttore Fondazione Arnoldo Mondadori, manager culturale, docente, saggista e Anna Scavuzzo, vicesindaco del Comune di Milano, con la partecipazione del danzatore e coreografo Virgilio Sieni.

Tra i principali ospiti e appuntamenti della giornata: Lama Michel Rinpoche condividerà con il pubblico un momento di riflessione e insegnamenti su come poter far fiorire la nostra bellezza interiore e offrirla al mondo; una pratica di Natana Yoga che integra la danza con lo Yoga in un susseguirsi di movimenti armoniosi; quattro performance di danza contemporanea di quattro diverse compagnie di giovani danzatori saranno ispirate ciascuna a una delle emozioni indagate nel percorso del Mandala Lab (orgoglio, attaccamento, invidia e rabbia); si terrà inoltre la realizzazione di un grande Mandala di Riso, un’opera collettiva realizzata grazie alla partecipazione e al coinvolgimento delle famiglie in un lavoro di gruppo. Il Mandala verrà poi “soffiato” a fine giornata e il riso verrà dato in dono a canili e fattorie didattiche.

A chiudere la festa di Primavera sarà l’azione coreografica corale realizzata con la Compagnia Virgilio Sieni, risultato di un percorso laboratoriale a cui il pubblico potrà parteciperà nella settimana antecedente alla Festa (iscrizioni ancora disponibili sul sito di BAM), sotto la guida del grande coreografo. La performance indagherà il valore emozionale del gesto: “il procedere insieme per piccoli gesti e trasmissioni tattili formerà un continuum di vortici che si sposteranno, come una semina, nelle tracce delle aree del parco”.

Il programma completo è disponibile sul sito www.bam.milano.it