La poltrona polisensoriale che ricarica l’energia fisica e mentale

Condividi

Tecnologia e natura possono e devono interagire con il fine di produrre benessere per le persone”. Seguendo questo filo conduttore la poliedrica artista Leila Habiche ha lavorato per 7 anni alla creazione di uno strumento per il benessere psico-fisico unico al mondo: Equanimity, una poltrona polisensoriale che combina diverse discipline e tecnologie brevettate nel coinvolgimento di tutti i sensi in percorsi di rilassamento o rigenerazione ispirati alla natura. Il progetto, che si concretizzerà nell’autunno del 2019 con il lancio sul mercato dell’innovativa seduta, è stato anticipato in occasione della Milan Design Week nell’atelier milanese della Habiche con una preview “esperienziale”, un percorso immersivo di installazioni in grado di far provare ai visitatori i benefici di Equanimity.

Alla realizzazione della poltrona, accanto alla scultrice e designer francese, lavora un team composto da 13 elementi, tra cui un ingegnere meccanico, un ingegnere elettronico e un responsabile delle prototipazioni, con l’obiettivo di amalgamare e declinare innovazione tecnologica, design, comodità d’uso e approcci al miglioramento dello stato di benessere in oltre cinquanta percorsi che ripropongono atmosfere esistenti in natura, potenziandole a seconda delle esigenze. E’ il caso, ad esempio, del Forest Bathing, programma che accompagna la persona all’interno di un bosco, senza ricorrere alla realtà virtuale, tra aromi naturali, suoni, immagini e movimenti, oppure dell’illumino-stimolazione LED a “luce bianca” fino a 6.500 Kelvin che “mima” l’irradiazione solare per aiutare a regolare l’organismo in caso di jet lag. Ciascun programma risponde a necessità diverse e può durare da 3 minuti a un’ora, con sconfinate possibilità di personalizzazione pur mantenendo in equilibrio gli elementi coinvolti per non correre il rischio di ottenere effetti opposti a quelli desiderati.

Equanimity, protetta da quattro brevetti e realizzata con l’impiego di bioplastiche e altri materiali a basso impatto ambientale, si presenta come uno spazio avvolgente di sezione circolare, con un pannello di controllo laterale che risponde ai movimenti della mano e uno schermo posizionato nell’estremità alta della seduta. Lungo le superfici prende invece corpo un complesso sistema di sensori, termo-regolatori, punti luce in grado di emanare i colori dell’intero spettro luminoso e diffusori di vibrazioni, suoni e aromi naturali. La poltrona è dotata di un meccanismo di rotazione e movimento, fluido e silenzioso, realizzato ad hoc per sfruttare al meglio il magnetismo terrestre e ottimizzare la postura “Zero-Gravity”, che scarica il peso corporeo in maniera equilibrata, come in assenza di gravità.

In linea con il lavoro artistico di una vita e la ricerca tecnologica di quasi un decennio che ha visto impegnata la Habiche con il suo team, Equanimity ha l’obiettivo di ricaricare e riequilibrare l’energia fisica e mentale, permettendo al corpo ed alla mente di raggiungere un equilibrio, da un immediato stato di rilassamento al superamento di situazioni di stanchezza, malessere, ansia e stress, fino al recupero di energie perse per affaticamento da sforzo.

Bellezza Benessere Macerata Marche News

Porto Recanati (MC): imprenditoria femminile, la storia di Pina Telesca

Condividi

CondividiC’è anche una collaboratrice Uniquepels di Porto Recanati (MC) fra gli esempi di autoimprenditoria femminile scelti da Univendita, la maggiore associazione di categoria della vendita a domicilio, per raccontare come il settore contribuisce agli obiettivi del Recovery Plan. Pina Telesca, 57 anni, è diventata imprenditrice partendo da una propria passione. Il suo percorso professionale l’ha […]

Leggi tutto
Bellezza Benessere Salute

Medicina estetica, i cinque trend del 2021

Condividi

CondividiNonostante gli effetti del coronavirus su vita quotidiana ed economica, la richiesta di medicina estetica non ha subito flessioni nel 2020 e nel 2021 è destinata a crescere. Non è un paradosso bensì la conseguenza del nuovo stile di vita degli italiani, che tra selfie, pervasività dei social e uso costante dei mezzi di video […]

Leggi tutto
Benessere Marche News Salute

Pesaro, Coronavirus e buone prassi nella gestione dell’epatite C

Condividi

Condividi“Dobbiamo assolutamente approfittare di questa collaborazione tra i centri per le dipendenze patologiche, gli infettivologi e gli epatologi per prendere in carico e trattare i pazienti con epatite C, usufruendo anche dei fondi messi a disposizione dallo Stato con la riallocazione delle risorse per i farmaci antivirali”. A dirlo il professor Francesco Barchiesi, direttore della […]

Leggi tutto