Ascoli Piceno vince il premio Urban Award

Lo sguardo al futuro, le opere infrastrutturali di messa in sicurezza pensate per bambini e ragazzi, oltre alle iniziative di sensibilizzazione, sono valsi al Comune di Ascoli Piceno il secondo posto di Urban Award edizione 2023. Il prestigioso riconoscimento ai migliori progetti di mobilità sostenibile è stato consegnato al sindaco Marco Fioravanti da Ludovica Casellati ideatrice del premio, dal presidente di Anci Antonio Decaro e dal giornalista Marino Bartoletti durante la 40^ assemblea nazionale che si è svolta a Genova lo scorso 25 ottobre.

La cittadina marchigiana si è distinta in particolare per i servizi rivolti ai bambini delle scuole primarie e agli studenti di medie e superiori. Il progetto “A scuola a piedi e in bici in sicurezza” ha dato forma a una serie di iniziative che migliorano l’accessibilità scolastica e sensibilizzano alla mobilità dolce. E’ attivo il servizio “Piedibus” con accompagnatori volontari e pettorine per i più piccoli e il “Bicibus” per gli studenti. Ascoli Piceno ha inoltre istituito in alcuni quartieri della città le “zone 30” e ha realizzato corsie ciclabili a servizio dei 9 istituti superiori del quartiere di Porta Maggiore donando nuove rastrelliere attrezzate. E’ in corso di adeguamento anche il percorso piedibus che collegherà la scuola primaria e dell’infanzia Malaspina con via Marcello Federici. La giuria ha apprezzato in particolare l’installazione dei totem conta bici che aiutano ad avere un quadro complessivo sui flussi di bici e a pianificare gli interventi futuri. Il biciplan del Comune ascolano si è dimostrato coerente e mira a rendere più omogenei e sicuri anche i tratti ciclabili esistenti.

Primo classificato alla settima edizione di Urban Award è il Comune di Bologna “Città 30” d’Italia e al terzo posto il Comune di Lecce. Due le menzioni speciali, al Comune di Oliveri (Me) quello della giuria e a Torino il riconoscimento di Intesa San Paolo.

L’Urban Award ha analizzato i progetti della mobilità sostenibile dei centri urbani. Fin dalla sua prima edizione vengono prese in considerazione le iniziative già attive che incentivino, in particolare, l’utilizzo della bici per lavorare (bike to work), per andare a scuola (bike to school), per la logistica urbana con le cargo bike e le progettualità di mobilità integrata. Il tutto deve essere accompagnato da attività di comunicazione e sensibilizzazione, eventi e momenti di approfondimento che promuovano una nuova cultura del mezzo di trasporto e di fruizione degli spazi urbani. La giuria si concentra sulle idee più innovative che siano effettivamente utili e fruibili con un impatto positivo sul territorio, sia in termini ambientali che di qualità di vita. Il board è presieduto da Ludovica Casellati, direttore responsabile di Viagginbici.com e Luxurybikehotels ed è composto da rappresentanti di istituzioni, opinion leader, associazioni, giornalisti del settore turistico e della bicicletta. Siedono nella giuria di Urban Award Marino Bartoletti, giornalista sportivo che ne è da anni l’Ambassador; Vittorio Brumotti, campione internazionale e inviato di Striscia la Notizia; Luca Budel di E Planet; Riccardo Capecchi esperto di mobilità ciclistica e co-autore del Piano di Mobilità Ciclistica 2022-2024; Massimo Cirri, autore Caterpillar Radio 2; Federica Cudini, Country Marketing Manager Italy – Bosch eBike Systems; Antonella Galdi, vice segretario generale Anci; Maria Rita Grieco, vicedirettore Rai TG1; Stefano Laporta, presidente ISPRA; Fabrizio Filippone giornalista Tgcom24; Silvia Livoni, Osservatorio Bikeconomy; Piero Nigrelli, direttore settore ciclo di Ancma; Simone Nuglio, Legambiente; Monica Sala, giornalista conduttrice Radio Monte Carlo, Pierangelo Soldavini, giornalista Il Sole24Ore.

Print Friendly, PDF & Email