Le Marche anche quest’anno sono protagoniste di Terra Madre Salone del Gusto, il più grande evento internazionale dedicato al cibo buono, pulito e giusto, in scena a Torino dal 22 al 26 settembre 2022. Le Marche sono presenti a Terra Madre Salone del Gusto con uno stand organizzato dalla Regione Marche e dalla Camera di Commercio in rappresentanza di oltre mille associati, 16 Condotte, 12 Comunità, 11 Presìdi Slow Food, 8 cuochi dell’Alleanza e 21 Orti in condotta. A questi si aggiungono anche numerosi produttori che raccontano al meglio il territorio marchigiano, dal mare alla montagna. Il programma è a cura di Slow Food Marche.

Organizzato da Slow Food, Comune di Torino e Regione Piemonte, Terra Madre Salone del Gusto 2022 quest’anno torna all’aperto a Torino, per la prima volta a Parco Dora con ingresso gratuito, e riunisce oltre tremila tra contadini e allevatori, delegati dei popoli indigeni e cuochi, migranti e giovani attivisti provenienti da 150 paesi intorno al claim #RegenerAction. Il ricco programma di oltre 500 eventi mette in luce come il cibo possa essere una preziosa occasione di rigenerazione. Questo, infatti, il tema della 14esima edizione di Terra Madre Salone del Gusto: una rigenerazione che parte dal cibo, inteso come motore della transizione ecologica necessaria al rinnovamento del pensiero e della società, passando attraverso il rinnovamento delle pratiche agricole, dei sistemi di produzione e distribuzione, delle diete e delle abitudini di consumo, nelle città come nei piccoli borghi.

Mai come quest’anno è stata così corposa la presenza delle regioni italiane a Terra Madre: sono, infatti, tutte presenti nel Mercato grazie agli espositori e quasi tutte sono rappresentate dalle istituzioni che hanno aderito all’evento allestendo uno spazio dedicato in cui presentano progetti, produttori e artigiani del loro territorio.

Focus principale dell’area espositiva della regione Marche sono le eccellenze enogastronomiche che caratterizzano il territorio e le comunità marchigiane con il loro bagaglio di capacità. Qui i protagonisti sono i formaggi e i salumi naturali, gli extravergini, i vini, ma anche le birre, il caffè e le tradizioni gastronomiche. Lo spazio talk della zona comune ospita diversi incontri sui temi della rigenerazione. Spazio poi alle degustazioni e ai produttori locali.

Il programma completo è disponibile sul sito di Terra Madre Salone del Gusto. Tutti gli appuntamenti sono prenotabili presso lo stand della Regione Marche e aperti a un massimo di 17 persone.

Numerosi anche gli appuntamenti in programma a Terra Madre con un focus sulle Marche. Di seguito una selezione.

Laboratori del Gusto

Immancabili anche quest’anno i Laboratori del Gusto, l’occasione perfetta per assaggiare formaggi e salumi naturali, vini, preparazioni a base di nocciole, cozze tarantine e spezzine, pesci di lago ed erbe spontanee, ma anche per conoscere e testare con mano la cucina di chef italiani e internazionali.

Domenica 25 settembre ore 11:30 – Dopo il terremoto, la rigenerazione parte anche dalle vigne Belice, Marche, Emilia-Romagna, Irpinia, L’Aquila sono terre legate da una memoria comune, quella dell’avere sperimentato gli effetti disastrosi del terremoto. Ma sono anche terre che, dopo il terremoto, hanno sperimentato una rigenerazione potente e necessaria, determinata dalla necessità di non piegarsi alla calamità. Durante questo Laboratorio del Gusto si parla delle attività produttive che hanno contribuito alla rinascita, tra cui la viticoltura.

RegenerActions, Arene, Università di Scienze Gastronomiche e Spazio Slow Food

Sono numerosi gli spazi di incontro e confronto, come l’Arena Gino Strada e l’Arena Berta Cáceres dove assistere a forum e workshop, e quelli in cui imparare qualcosa in più sul tema della rigenerazione.

Giovedì 22 settembre ore 18 – Fare comunità

Slow Food ha posto al centro dell’attenzione il modello organizzativo della comunità, soggetto ideale per mettere in relazione esperienze, conoscenza, per creare sistemi locali basati sulla solidarietà. Ma cosa significa fare comunità attorno ai valori di Slow Food? A raccontare la sua esperienza Matteo Mattei, portavoce della comunità Slow Food di Favalanciata ad Acqua Santa Terme, in provincia di Ascoli Piceno. Con lui anche Teresio Nardi, fiduciario della condotta Slow Food Oltrepo’ Pavese, Vera Verrone, produttrice del Presidio Slow Food del pisello centogiorni del Vesuvio, Carolina Alvarado, presidentessa di Slow Food Chile e portavoce della comunità di Slow Wine Marga Marga, Dino Babić, imprenditore sociale ed esperto di economia regionale, relatore della comunità Slow Food in Istria, Monica Nabaasa, Giovani di Maziba-Kyibuzigye per una comunità di agricoltura biologica, Reena Pena, portavoce della Comunità Slow Food dell’Isola Negros. L’appuntamento, che si svolge nell’Arena Gino Strada, è moderato da Roberta Billitteri, vicepresidente di Slow Food Italia e produttrice del Fagiolo Badda di Polizzi Generosa, Presidio Slow Food.

Gli espositori del Mercato di Terra Madre

Dal pane ai salumi, dai latticini ai prodotti ittici, il Mercato di Terra Madre accoglie anche quest’anno oltre 700 produttori dall’Italia e dall’estero che pongono una particolare attenzione all’uso di prodotti locali naturali e al benessere degli animali allevati.

Cooperativa Sociale San Michele Arcangelo Onlus – Corridonia
Distilleria Varnelli – Muccia
Enrico Paoletti & Figli
Gino Girolomoni Cooperativa Agricola – Isola Del Piano
La Bona Usanza – Serra De’ Conti
La Pasta Di Campofilone – Campofilone
Pastificio Alpe Della Luna – Borgo Pace
Picena Gastronomia – Montegiorgio
Podere Casella Musighin – Urbania
Rinci Srl – Castelfidardo
Velenosi – Ascoli Piceno

Birrifici, food truck e cucine di strada

A Terra Madre Salone del Gusto 2022 non possono mancare birrifici, food truck e cucine di strada che ci offrono una vasta scelta tra bombette, patate ripiene, schiacciate, polpette, gnocco fritto e molto altro dalle tradizioni delle regioni italiane.

Birrificio 61 Cento – Pesaro
Birrificio dei Castelli
Gruppo Ricci Srl – Birracruda – Pesaro
Migliori Olive Ascolane – Ascoli Piceno
Scottadito – San Benedetto Del Tronto

Presìdi Slow Food

Non possono mancare i Presìdi Slow Food dall’Italia e dall’estero, simbolo dell’impegno di Slow Food a tutela delle produzioni locali che racchiudono storia, sapori e tradizioni da proteggere. Come ad esempio la cicerchia di Serra dei Conti, eccellenza marchigiana rappresentata in questa occasione dalla cooperativa agricola La Bona Usanza.

Di IN DIES