Gennaio 19, 2022

Povertà Educativa, otto progetti a San Severino

By IN DIES

Otto progetti nati e pensati per spingere la povertà educativa un po’ più in là. Sono quelli realizzati, tra settembre e dicembre dello scorso anno, dall’assessorato ai Servizi Sociali del Comune di San Severino Marche, in attuazione di quanto previsto dal Decreto legge n. 73 del 25 maggio 2021 inerenti le “Misure urgenti connesse all’emergenza Covid-19 per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali” e che hanno coinvolto giovani e associazioni del territorio nella realizzazione di numerose iniziative che hanno offerto alle famiglie interessanti opportunità educative e ricreative al fine di contrastare la dilagante povertà educativa, conseguenza della situazione pandemica nella didattica scolastica indirizzata a giovani e giovanissimi.
E’ così che bambini e ragazzi sono stati impegnati in fantastiche proposte tra le quali quelle per un primo contatto con la musica, promosse dall’Accademia Musicale Feronia, che hanno portato a scoprire dei veri e propri talenti o quelle che hanno permesso agli studenti dell’Istituto comprensivo “P. Tacchi Venturi” di realizzare un audiolibro, grazie all’aiuto degli insegnanti Shura Yuzzelli e Diego Prosperi, seguendo un corso di disegno creativo e di lettura espressiva. O, ancora, quelle del laboratorio di archeologia didattica con lezioni scavo, restauro, pittura e ceramica o quelle delle “Mille storie e una valigia” curate dall’associazione Sognalibro con incontri e letture destinate ai bimbi ma anche a mamma e papà.
Tra gli interessantissimi progetti anche quello che ha offerto supporto a chi doveva semplicemente fare i compiti mettendo a disposizione anche un’aula computer, i laboratori di pittura e musica, presso il Centro San Paolo dove, insieme al doposcuola, i più piccoli hanno avuto anche occasioni di gioco e svago con attività ludiche, sia all’esterno che all’interno, o quello che ha insegnato ai bambini dai 6 ai 10 anni di età iscritti a scrivere meglio, migliorando la propria grafia con le speciali lezioni di Lorenzo Paciaroni, un vero artista della bella scrittura che ha liberato la creatività dei ragazzi coinvolgendoli in tante attività di comunicazione visiva, disegni grafici oltre che nell’uso di tanti programmi digitali.
Particolarmente apprezzato anche il corso di cinema con l’animatore Diego Prosperi che ha fatto spaziare i ragazzi dal testo alla sua interpretazione, dalla creazione dei dialoghi e al loro doppiaggio animato e ha realizzato addirittura un cortometraggio di interesse culturale e sociale. Infine Ignazio Piangatelli ha coinvolto i ragazzi più grandi nella ricerca di sé stessi e dei loro sogni utilizzando i testi di scrittori e scoprendo, grazie a loro, mappe inesplorate in territori inesplorati mentre l’associazione Help S.O.S. Salute e Famiglia ha regalato a tutti un grande pomeriggio di festa portando in piazza Del Popolo il Gran Galà degli Artisti di Strada.