Archivi tag: San Severino

San Severino Marche celebrerà il 78esimo anniversario della Liberazione dal Nazifascismo

Martedì 25 aprile la Città di San Severino Marche, Medaglia d’Oro al Merito Civile, celebrerà il 78esimo anniversario della Liberazione dal Nazifascismo con due cerimonie organizzate dal Comune e dalla sezione “Cap. Salvatore Valerio” dell’Anpi, l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia.
Alle ore 9,30, con ritrovo davanti al teatro Feronia, si formerà il corteo alla presenza delle autorità, delle associazioni combattentistiche e della cittadinanza che poi muoverà fino al Monumento alla Resistenza di viale Mazzini dove, alle ore 10, sarà deposta una corona d’alloro. In programma, dopo i saluti delle autorità, gli interventi delle scuole, dell’Anpi e di Spi Cgil. Presterà servizio il corpo filarmonico bandistico “Francesco Adriani Città di San Severino Marche”.
Nel pomeriggio, con ritrovo alle ore 14,30 al Monumento ai Caduti in località Chigiano, partenza per la “Marcia sui Sentieri della Memoria”, passeggiata a piedi fino al monumento al Capitano Salvatore Valerio, in località Monte Argentaro – Valdiola.
Qui al gruppo settempedano si uniranno due altri gruppi provenienti da Gagliole e Matelica. La manifestazione si svolgerà in collaborazione con i Comuni di Gagliole e Matelica. Dopo la deposizione di una corona di alloro e i saluti delle autorità seguirà una merenda sui prati. La cittadinanza è invitata a partecipare.

Nasce la “Rete museale dell’Alta Valle del Potenza”

Nasce la “Rete museale dell’Alta Valle del Potenza”, un progetto di narrazione di comunità che mette in rete alcune delle realtà museali presenti nel territorio che, da sole, rappresentano un ricchissimo patrimonio culturale da salvare e conservare quale espressione di valori, credenze, conoscenze e tradizioni che meritano davvero di essere tramandato.
Per la realizzazione dell’iniziativa, che prenderà il via con la individuazione della figura del direttore di rete, la Regione Marche ha di recente assegnato al Comune di San Severino Marche, che rappresenta l’ente capofila, quasi 60mila euro grazie al bando “Sostegno alle aggregazioni di istituti e luoghi della cultura”.
Della rete faranno parte diverse raccolte: la pinacoteca civica “P. Tacchi Venturi”, il museo civico archeologico “Giuseppe Moretti”, i musei di Borgo Conce e il museo del Territorio “Oberdani Poleti” di San Severino Marche ma anche il museo nazionale del costume folcloristico “Habitus” di Castelraimondo, i musei civici di Pioraco e il museo degli attrezzi agricoli “Florindo Ferretti” di Sefro.
“La progettualità, terza nella classifica di sei proposte ammesse a finanziamento – spiega la professoressa Vanna Bianconi, vice sindaco e assessore alla Cultura della Città di San Severino Marche – intende connettere il patrimonio culturale del territorio con le comunità che ad esso fanno riferimento rafforzando lo sviluppo di una maggiore coesione sociale e del welfare culturale anche come antidoto al rischio di spopolamento dovuto al sisma del 2016. Di riflesso da una organizzazione dell’offerta culturale strutturata e organizzata in sistema si attendono anche risultati dal punto di vista della valorizzazione turistica”.
Grazie alla rete che si andrà a costituire, subito dopo la nomina di un direttore che sarà individuato tra chi ha già esperienza nella gestione delle raccolte d’arte e culturali e che fungerà da coordinatore, si procederà anzitutto a una catalogazione digitale e alla classificazione delle collezioni, a un inventario di tutte le opere esistenti, a una selezione, a un ordinamento e a una presentazione delle stesse. Altro obiettivo importante sarà, dove necessario, il riallestimento delle raccolte. Un’attenzione particolare verrà poi data all’accessibilità alle persone con disabilità con la predisposizione di appositi protocolli di accoglienza. La progettualità, inoltre, consentirà di elaborare piani di attività di studio e di ricerca ma anche di articolare nuovi orari di apertura delle sedi museali e di articolare visite virtuali anche grazie alle tecnologie digitali. Tutto questo sarà affidato al nuovo direttore al quale spetterà aprire le porte delle raccolte coinvolge nella progettualità per avviare iniziative che portino più pubblico possibile nei musei.

San Severino: bando per la costituzione di una comunità energetica rinnovabile

Il Comune di San Severino Marche ha pubblicato un avviso per individuare i soggetti interessati alla costituzione di una comunità energetica rinnovabile.
Intenzione dell’Amministrazione è quella di partecipare al Bando per la presentazione di progetti da parte di enti pubblici ed amministrazioni, anche in partenariato con le imprese, ai fini della realizzazione di sistemi centralizzati di produzione e distribuzione intelligente di energia o calore da fonti rinnovabili.
In particolare ci si attende che comunità energetiche rinnovabili e autoconsumo collettivo possano contribuire a mitigare la povertà energetica grazie alla riduzione della spesa energetica e a tutela dei consumatori più vulnerabili.
L’avviso è consultabile sul sito internet del Comune www.comune.sanseverinomarche.mc.it alla sezione bandi di gara e contratti.
Ulteriori informazioni sono disponibili presso il settore Lavori Pubblici al numero di telefono 0733641400.
La manifestazione di interesse, da presentare debitamente compilato e su apposito modello, dovrà essere indirizzata all’ufficio Protocollo entro e non oltre le ore 14 del 23 ottobre. Potrà essere inoltrata anche per Pec all’indirizzo protocollo.comune.sanseverinomarche@pec.it con oggetto: “Manifestazione di interesse alla costituzione di una Comunità Energetica Rinnovabile”.

San Severino Marche: “Tiello Streetto 2022” da giovedì 8 a domenica 11 settembre

ciboLe migliori tipicità locali, nazionali ed internazionali, tornano di scena a San Severino Marche nell’evento street food dell’estate. Da giovedì 8 a domenica11 settembre verrà ospitato, nel piazzale del Commercio, l’appuntamento con “Tiello Streetto 2022”.
Insieme a pasta e pizza, si potranno degustare tante altre specialità della cucina italiana: dalla piadina alle olive fritte, dalla focaccia ligure al maialino sardo. Poi hambuger, hot dog, kebab, crepes e menù speciali da Argentina, Usa, Svezia e dal resto del mondo. Per tutti, infine, grande selezione di birre artigianali.
La manifestazione, ad ingresso gratuito, è patrocinata dal Comune di San Severino Marche e promossa in collaborazione con l’Airs, Associazione Italiana Ristoratori di Strada.

I monasteri e i conventi della città di San Severino Marche finiscono in un dépliant

I monasteri e i conventi della città di San Severino Marche finiscono in un dépliant ma, soprattutto, diventano meta di un interessante itinerario da percorrere anche a piedi.
La proposta, pensata e realizzata nell’ambito di un progetto di alternanza scuola lavoro dalle studentesse e dagli studenti dell’Istituto paritario “Bambin Gesù” Liceo Linguistico e Scienze Umane, ha ricevuto subito il patrocinio del Comune di San Severino Marche e della Pro Loco settempedana.
Nel dépliant sono illustrati i vari monasteri e conventi presenti nel territorio e, in particolare, nella zona di Castello al Monte: il monastero di San Lorenzo in Doliolo, il monastero di Santa Chiara, quello Santuario del Santisimo Salvatore in Colpersito, il monastero di Santa Caterina, l’istituto delle Suore Convittrici Bambin Gesù, il santuario di Santa Maria dei Lumi, il monastero di San Pacifico e il santuario di Santa Maria del Glorioso.
Le studentesse e gli studenti del “Bambin Gesù” hanno percorso l’itinerario prima di proporlo e arricchirlo con fotografie e con la raccolta e lo studio di materiale storico. Successivamente hanno proceduto alla creazione e alla impaginazione del depliant cogliendo i suggerimenti tecnici dati dagli esperti negli incontri tenuti dalla professoressa Benedetta Fraticelli della Pro Loco e dalla grafica Pamela Natalini della Hexagon Group.
Con il dépliant le studentesse e studenti hanno voluto proporre un nuovo itinerario culturale e religioso a tutti gli amanti dei luoghi del silenzio. Copia dello stesso si può ritirare in Pro Loco.
Ragazze e ragazzi sono stati guidati dai docenti Shura Oyarce Yuzzelli, Letizia Falconi, Maria Vittoria Cipolletti, Silvia Paparelli e Mauro Fammilume.
Questi, invece, gli studenti che hanno preso parte al progetto: Arianna Acerbi, Matilde Allegretto, Selena Cosoiu, Manuela Gavrilescu, Lucrezia Moretti, Tommaso Pallotto, Paolo Pesaresi, Giovanni Ranciaro, Sara Rapaccioni, Ludovico Vico, Alessandro Cicconetti, Maria Cicconetti, Hoda Fetahy, Federico Meuli, Edoardo Piantoni e Vittoria Ricci.

Voci in libertà a Osimo e a San Severino

Gli Ospiti della FORM è il progetto che apre il programma estivo della stagione sinfonica Musicainsieme dell’Orchestra Filarmonica Marchigiana. Un doppio appuntamento, a Osimo e a San Severino Marche, con il Glissando Vocal Ensemble che si esibisce nel concerto Voci in libertà.

Il gruppo, con cui la FORM collabora da alcuni anni, è composto da cantanti che frequentano da molto tempo la musica vocale, dalla lirica alla polifonia, e che vogliono esplorare il vasto repertorio della musica vocale a cappella nelle sue declinazioni jazz, pop e swing, eseguito senza accompagnamento musicale.

Un ricco e accattivante programma che viene presentato venerdì 1 luglio al Chiostro di San Francesco a Osimo alle 21.15, in collaborazione con la Città di Osimo e domenica 3 luglio, nel cortile del Palazzo Vescovile di San Severino Marche alle ore 21.30, in collaborazione con il Comune di San Severino Marche.

Si parte dalla canzone Luce di Elisa, scritta dalla cantautrice con il contributo di Zucchero Fornaciari e con la quale ha vinto l’edizione 2001 del Festival di Sanremo, fino ad arrivare a Bohemian Rapsody dei Queen di Freddy Mercury. In mezzo brani di Astor Piazzola, Anders Edenroth, Paul Simon, George Shearing, Elvis Presley, Brian Wilson, Tony Asher, Eden Ahbez, Earth, Wind and Fire, Barry, Robbin, Maurice Gibb, Lionel B Richie, Mercer/Kosma e Fabio Concato.

Il Glissando Vocal Ensemble è formato da Cristina Picozzi (soprano), Paola Chinellato (mezzo soprano), Giovanna Salvucci (contralto), Christian Crescimbeni (tenore), Gian Marco Gasparrini (baritono), Massimiliano Fiorani (basso).

Il progetto Gli Ospiti della FORM torna poi il 16 luglio, sempre a San Severino Marche, stavolta con il duo Massimo Mazzoni, sassofono, e Christian Riganelli, fisarmonica. La replica ad Osimo sarà il 12 agosto. In questo caso il concerto è From Bach to Klezmer.