Venti d’Oriente a Rovigo

Condividi

Dopo un inizio d’autunno “caldo” di eventi sociali e culturali sulle splendide note dei violoncelli di Rovigo Cello City e sulle interessanti riflessioni stemperate nei dialoghi, nei corpi e nella musica del Festival Tensioni che ha indagato sulla Geografia delle Relazioni, con i primi freddi si moltiplicano a Rovigo gli appuntamenti del ricco calendario artistico e turistico che la perla del Polesine offre tutto l’anno ai suoi visitatori.

Suggestive le pregevoli iniziative commerciali che quest’anno hanno stretto una vera e propria liaison con la cultura, in particolare con le mostre d’arte dei Palazzi Roverella e Roncale, che da oltre un decennio segnano il cambio di stagione, offrendo affascinanti opportunità per scoprire la “terra tra due fiumi”.

Una buona ragione per visitare Rovigo e dintorni in questa stagione è certamente la mostra a Palazzo Roverella Giapponismo, Venti d’Oriente nell’arte europea. 1860–1915 (aperta fino al 26 gennaio prossimo), una mostra imperdibile voluta e sostenuta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, con il Comune di Rovigo e l’Accademia dei Concordi.

 

Si tratta di viaggio originale tra le tendenze giapponiste dell’Europa tra Ottocento e Novecento: dalla Germania all’Olanda, al Belgio, dalla Francia all’Austria, alla Boemia, fino all’Italia.

Accanto ai capolavori di Gauguin, Toulouse-Lautrec, Van Gogh, Klimt, si potranno ammirare le tendenze giapponiste nelle opere degli inglesi Moore, Lavery e Dresser, degli italiani De Nittis, Nomellini, Balla e Michetti (con il suo capolavoro del 1873 “La raccolta delle zucche”) e dei francesi Bonnard, Ranson, Denis e Gallé (nella foto il quadro di De Nittis).

 

Non solo poi uno sguardo al passato. A Palazzo Roncale (fino al 26 gennaio 2020) il pubblico, non necessariamente quello più giovane, potrà apprezzare Radiant. Venti d’Oriente nel manga europeo, una mostra dedicata a quel manga europeo che ha conquistato il Giappone. Creato dal     francese Tony Valente, Radiant mette in scena un intrigante mondo popolato da creature cadute dal cielo e da maghi.

 

Accanto ai venti d’Oriente, Rovigo rende omaggio a un pezzo della sua storia. Il 15 e 16 novembre è in calendario infatti un interessante seminario dedicato al Monastero di San Bartolomeo promosso dall’Associazione Culturale La Minelliana.

Un significante focus sulle vicende archeologiche del sito e sull’Ordine degli Olivetani che ha animato la vita del monastero: visite guidate in programma nel weekend, offrono la possibilità di visitare anche il Museo dei Grandi Fiumi, che proprio all’interno del Monastero, nel Chiostro degli Olivetani, ha la sua sede.

Mostre e luoghi ricchi di storia che insieme ad abbazie, basiliche e ville venete (33 quelle catalogate dall’Istituto Regionale Ville Venete) costituiscono un patrimonio storico diffuso, immerso in uno splendido territorio naturale.

Inoltre un centro storico che si fa apprezzare per la sua grande offerta di visite, incontri, spettacoli, mostre, eventi di taglio internazionale.

Senza dimenticare le raffinate eccellenze produttive, ben rappresentate nell’ultima edizione di Golosaria a Milano dopo il successo del roadshow 2018 a Rovigo raggiunto grazie all’impegno organizzativo di Rovigo Convention & Visitors Bureau e all’entusiasmo di tante aziende che con la loro professionalità hanno conquistato il grande pubblico.

E queste sono soltanto alcune delle suggestioni che sono via via inserite nelle IDEEweekend proposte da Rovigo Convention & Visitors Bureau nel quadro della sua intensa attività di promozione territoriale, sostenuta dalla Camera di Commercio Venezia Rovigo ed orientata a valorizzare le ricchezze culturali, gastronomiche, produttive e artigianali di questa piccola destinazione turistica, ma grande nel riservare piacevoli sorprese! Visitare per credere….

 

PROMOZIONE TURISTICA E CULTURALE

Rovigo Convention & Visitors Bureau (RCVB), dal 2015 promuove Rovigo e provincia come destinazione di viaggi Leisure e Business con lo scopo di far conoscere le ricchezze storiche artistiche culturali della città e dei borghi limitrofi e del Delta del Po, definito da Mab Unesco scrigno prezioso di biodiversità.

Rovigo Convention & Visitors Bureau è il partner ideale per chi desidera organizzare convegni, seminari, eventi aziendali, culturali e sportivi, post meeting-incentive mettendo a disposizione le proprie competenze nel rispondere ai bisogni di una domanda che cambia.

Macerata News

Colloqui di lavoro a Civitanova Marche

Condividi

CondividiIl mercato del lavoro è in forte ripresa e le offerte di lavoro gestite da Randstad, primo operatore mondiale nei servizi per le risorse umane, nel trimestre giugno-agosto sono cresciute del 45% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, del 58% rispetto al 2019. L’IT è il settore con più opportunità – soprattutto per web […]

Leggi tutto
Eventi Marche News

A Enrico Mattei dedicate una mostra e due serate di spettacolo teatrale

Condividi

CondividiA Enrico Mattei, cittadino illustre di Acqualagna, sono dedicate una mostra e due serate di spettacolo teatrale, all’interno del Festival Marche Storie, progetto della Regione Marche, assessorato alla Cultura, che mira a raccontare le Marche attraverso i suoi borghi, i suoi sapori, la sua vicenda millenaria ma soprattutto le sue storie. Tre giorni, il 17, […]

Leggi tutto
Macerata Marche News

Tre nuovi laboratori per gli studenti del Liceo Classico “Leopardi” di Macerata

Condividi

CondividiInaugurati questa mattina i tre nuovi laboratori a disposizione degli studenti del Liceo Classico “Leopardi” di Macerata. Si tratta di tre nuovi spazi, con servizi igienici annessi, e altre stanze, situati in piazza Pizzarello, vicino alla sede centrale, attrezzati rispettivamente per le lezioni di lingue, scienze e informatica, dotate degli strumenti necessari per la didattica. […]

Leggi tutto