Archivi tag: Osimo

Giornata Int. Sordocecità, Lega del Filo d’Oro: Tornano i colori dello Yarn Bombing

La Fondazione Lega del Filo d’Oro Onlus, punto di riferimento in Italia per la sordocecità e la pluriminorazione psicosensoriale, per il terzo anno consecutivo si fa promotrice dell’iniziativa globale “Yarn Bombing”, una forma di street art che vivrà in un’esplosione di colori il 27 giugno 2023, in occasione della Giornata Internazionale della Sordocecità, per aumentare la conoscenza di questa disabilità unica e specifica, ricordare i diritti delle persone sordocieche e promuoverli in tutto il mondo.

L’obiettivo è quello di coinvolgere tutti in modo divertente e creativo, attraverso il coloratissimo “bombardamento di manufatti di filato” riproposto dalla rete Deafblind International (DBI) – organizzazione che supporta a livello mondiale lo sviluppo di servizi per migliorare la qualità della vita delle persone sordocieche di cui la Fondazione fa parte – in un progetto artistico su larga scala, abbattere i pregiudizi e sensibilizzare sulla sordocecità.

Come negli anni precedenti, anche per l’edizione 2023 nei Centri e nelle Sedi Territoriali della Lega del Filo d’Oro gli utenti dell’Ente sono stati coinvolti nella creazione di riquadri colorati e pon pon, realizzati a maglia o all’uncinetto, da utilizzare per “colorare il mondo” attraverso un semplice “filo”: attività resa possibile grazie ai laboratori occupazionali, che hanno l’obiettivo di stimolare la creatività e le abilità di chi non vede e non sente. Ai loro manufatti si sono aggiunti anche quelli realizzati da familiari, sostenitori, volontari, personale e amici dell’Ente che, nella giornata clou del 27 giugno, andranno a rivestire strade, parchi, oggetti e monumenti delle 10 regioni in cui è presente la Fondazione, per dare vita a un grande patchwork intessuto di tutti i colori e i fili della solidarietà.

“La Lega del Filo d’Oro ha nuovamente scelto di abbracciare con grande entusiasmo il progetto globale Yarn Bombing proposto dalla rete Deafblind International, perché il ‘filo’ ha un significato molto importante per noi, rappresentando simbolicamente il ‘filo aureo della buona amicizia’, scelto nel 1964 dalla nostra fondatrice per far conoscere al mondo la condizione delle persone con sordocecità e fare in modo che la società si accorgesse di loro – dichiara Patrizia Ceccarani, Direttore Tecnico Scientifico della Fondazione Lega del Filo d’Oro Onlus – Si tratta di un’occasione di sensibilizzazione molto importante che, attraverso una meravigliosa esplosione di colore, bellezza e solidarietà, ci permetterà di aumentare la conoscenza della sordocecità e di ricordare i diritti di chi non vede e non sente in tutto il mondo”.

LO YARN BOMBING PER RICORDARE I DIRITTI DELLE PERSONE CON SORDOCECITÀ

L’iniziativa globale nasce con l’intento di sensibilizzare sulla sordocecità, al fine di ottenere parità di trattamento, opportunità e un esercizio reale dei diritti delle persone con sordocecità, fino al rispetto della Convenzione Onu sui Diritti delle Persone con disabilità in tutti gli Stati membri. È dunque necessario, per la Lega del Filo d’Oro, garantire a chi non vede e non sente la possibilità di esprimere non solo i propri bisogni, ma anche le proprie potenzialità e competenze, nella convinzione che una persona sordocieca partecipe possa rappresentare una risorsa preziosa per una società maggiormente inclusiva.

“In questo momento storico il Ministero della Disabilità ha avviato le consultazioni con una serie di tavoli tecnici, di alcuni dei quali facciamo parte, per provvedere alla riforma della disabilità al fine di attuare la Legge Delega e rendere la legislazione italiana più conforme alla Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità. Convenzione che abbandona la vecchia concezione sanitaria di “handicap”, e mette al centro la persona con disabilità, i suoi bisogni e le sue potenzialità, responsabilizzando la società, che deve consentirgli di essere protagonista della propria vita e dare il proprio contributo alla comunità, realizzando una effettiva inclusione – spiega Francesco Mercurio, Presidente del Comitato delle Persone Sordocieche della Fondazione Lega del Filo d’Oro Onlus –. Auspichiamo che in questa riforma complessiva della disabilità possa trovare finalmente spazio una soluzione che riguardi l’annosa questione delle persone sordocieche perché, nonostante l’Italia abbia adottato la legge 107/2010, quest’ultima presenta numerosi limiti e non è mai stata pienamente applicata. Per tali ragioni iniziative come questa sono di fondamentale importanza per far sentire al resto del mondo anche la nostra voce”.

#PERFILOEPERSEGNO: LO YARN BOMBING DELLA LEGA DEL FILO D’ORO COLORA LE CITTÀ

Per celebrare la Giornata Internazionale della sordocecità, il 27 giugno un’esplosione colorata di manufatti di filato rivestirà spazi pubblici, monumenti, parchi e oggetti simbolici di diverse città italiane. Ecco nel dettaglio dove e quando poter andare a vedere le installazioni: a Osimo (AN) presso la fontana di Piazza Boccolino – dove alle ore 11:00 si terrà una cerimonia alla presenza dei Rappresentanti del Comune e della Fondazione -, sulle fioriere antistanti il Palazzo Comunale, nel punto panoramico dei Tre Pini, sul ponticello della pista ciclabile Girardengo di Campocavallo e sugli alberi di Via Fonte Magna; a Fabriano (AN), le opere del gruppo Uncinettiamo abbelliranno 130 esercizi commerciali della città; a Lesmo (MB) saranno nella Piazza del Comune e nella Parrocchia; a Muggiò (MB) nella Piazza del Comune; a Novara presso il cortile del Broletto; a Fossalta di Piave (VE) presso il Municipio, il piazzale della Chiesa, la Biblioteca Comunale e in alcuni esercizi commerciali della città; a Pisa in Corso Italia, presso Piazza Toniolo e in Piazza Manin; a Modena, in Piazza Giuseppe Mazzini; a Roma in via Gaetano Casati e angolo di Circonvallazione Ostiense; a Napoli presso la sede Polisportiva Partenope; a Corato (BA) in Piazza Vittorio Emanuele; a Monopoli (BA) in Piazza Garibaldi; a Castellaneta (TA) nella Piazza del Municipio; a Giovinazzo (BA) nel Parco Scianatico; a Molfetta (BA) nel Parco urbano “Baden Powell”; a Termini Imerese (PA) presso Piazza Marina.

LO YARN BOMBING VIVRÀ ANCHE SUI SOCIAL

L’invito a partecipare allo “Yarn Bombing” della Lega del Filo d’Oro è aperto a tutti: in occasione della Giornata Internazionale della sordocecità (27 giugno) basterà scattare una foto o creare un piccolo video mentre fai il “gesto del cuore con le mani” e condividere la story taggando @legadelfilodoroonlus e inserendo gli hashtag #perfiloepersegno e #yarnbombing. Con un gesto simbolico, si potrà sostenere la causa della Fondazione, per un futuro migliore oltre il buio e il silenzio.

Lega del Filo d’Oro, corso per volontari a Osimo

Foto di Wokandapix da Pixabay

Una risorsa fondamentale su cui utenti, famiglie e l’intera Fondazione hanno sempre potuto contare: sono i volontari della Lega del Filo d’Oro, che con il loro supporto rendono possibile l’inclusione delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali, favorendo relazioni spontanee che contribuiscono a migliorare la loro qualità di vita. Per acquisire le competenze necessarie, dal 2 febbraio riparte ad Osimo il corso base di formazione per i nuovi volontari 2023.

C’è tempo fino al 30 gennaio per presentare la domanda di partecipazione al corso, che sarà completamente gratuito e permetterà agli aspiranti volontari di conoscere gli utenti, imparando a relazionarsi con loro, per comprenderne i bisogni, comunicare e supportarli nell’orientamento e nella mobilità.

“I volontari sono parte integrante della Lega del Filo d’Oro sin dalla sua costituzione, a supporto e completamento delle attività dei Centri Residenziali e dei Servizi Territoriali – dichiara Rossano Bartoli, Presidente della Lega del Filo d’Oro – Ogni volontario è prezioso e indispensabile, perché aiuta la persona sordocieca a sentirsi più partecipe della propria vita, consentendole di vivere nuove relazioni. Con le dovute attenzioni possiamo finalmente riprendere i corsi formativi anche in presenza, nell’ottica di favorire una maggiore consapevolezza e un maggior coinvolgimento dei volontari su tutto il territorio nazionale”.

“AMICI SPECIALI” 2023 AD OSIMO

Il corso base per i nuovi volontari del Centro Nazionale di Osimo si articolerà in una serie di lezioni teoriche online e in presenza, tenute da professionisti della Fondazione, e attraverso attività pratiche con gli utenti della “Lega”, in cui si affiancheranno volontari già esperti e operatori. Gli appuntamenti online si terranno rispettivamente: giovedì 2 e 9 febbraio dalle 18:00 alle 20:00 e sabato 4 e 11 febbraio, dalle 9:00 alle 12:00. Gli appuntamenti in presenza, invece, si terranno sabato 18 febbraio, dalle 9:00 alle 13:00 e sabato 25 febbraio, dalle 9:00 alle 16:00. Le sedi e le date dei due incontri in presenza verranno confermate all’inizio del corso. Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito www.legadelfilodoro.it.

Le iscrizioni sono aperte fino al 30 gennaio 2023 e si potrà aderire chiamando allo 071/7245304 o al 338/7803093, oppure scrivendo un’e-mail di richiesta all’indirizzo volontariato.osimo@legadelfilodoro.it.

L’IMPORTANZA DEI VOLONTARI

I volontari rappresentano una componente fondante della Lega del Filo d’Oro: affermano i valori della solidarietà, della gratuità e della partecipazione e, con la loro preziosa disponibilità, favoriscono il coinvolgimento attivo delle persone sordocieche in qualunque contesto, svolgendo il ruolo di guida, di intermediari con il mondo esterno e di punto di accesso alle informazioni. Oltre che al volontariato diretto, il cui servizio è prestato a stretto contatto con la persona sordocieca e pluriminorata psicosensoriale, alla Lega del Filo d’Oro si dà ampio spazio al volontariato indiretto, attraverso eventi promozionali di sensibilizzazione e raccolta fondi, trasporti e attività complementari.

I CORSI DI FORMAZIONE

Oltre a fornire informazioni sulla Fondazione i corsi si incentrano prevalentemente sul trasmettere le conoscenze necessarie a rispondere ai bisogni delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali e a relazionarsi con loro. Durante i corsi i volontari apprenderanno i vari sistemi di comunicazione e come essere di supporto nell’orientamento e nella mobilità. Un percorso determinante non solo per chi farà volontariato diretto e andrà ad occuparsi degli utenti, ma anche per chi si farà portavoce della Lega del Filo d’Oro attraverso attività di promozione e raccolta fondi. Ai volontari è richiesta la disponibilità a svolgere un servizio con cadenza settimanale o quindicinale: la costanza è fondamentale soprattutto nel volontariato diretto, per conoscersi e creare relazioni significative.

Frolla: in 7 giorni raccolti 10.000 euro per la Caritas di Senigallia Posta in arrivo

Un risultato straordinario, maturato in soli 7 giorni. Frolla Microbiscottificio, cooperativa sociale di Osimo, ha raccolto 10.000 euro da donare alla Caritas di Senigallia. È il ricavato delle donazioni legate alla vendita di Briciole, lo speciale biscotto a base di amarene e cioccolato. In questa prima settimana di vendite, Frolla ha acquistato oltre 2000 euro di materie prime da due aziende colpite dall’alluvione: le amarene dall’azienda Morello Austera di Cantiano, i cui prodotti rientrano nell’Arca del Gusto Slow Food. Il cioccolato invece, da Brave Beans, che ha sede a Casine di Ostra. Un modo per stare vicino a due realtà duramente colpite dalla calamità che ha interessato le Marche.

Il progetto nasce da una forte sinergia tra aziende marchigiane quali Frolla Microbiscottificio, Gaia Segattini Knotwear e Box Marche. Frolla si sta occupando della lavorazione dei biscotti mentre l’imprenditrice di Ostra, considerato il forte legame con la sua community, è impegnata nella divulgazione sui social. Infine Box Marche, che realizza i packaging in cui vengono inseriti i prodotti. La sinergia si estende a Raffaele Primitivo che ha ideato il logo, a Paolo Isabettini per il copy, a Michele Filippetti che ha sviluppato le grafiche, Francesco Tenaglia per le animazioni web e Vanilla Marketing per il prezioso supporto.

Oltre 1500 le confezioni acquistate dagli utenti sin qui ma il progetto va avanti. Il prossimo obiettivo è superare i 2000 pack e incrementare ancora le donazioni. Ci crede molto Frolla ma anche ovviamente tutti i partner dell’iniziativa.

Per donare, è sufficiente recarsi sull’e-shop di Frolla Microbiscottificio e inserire i biscotti Briciole nel carrello. Il sistema darà di default una donazione minima di 10 euro che ovviamente potrà essere modificata al rialzo qualora gli utenti lo desiderassero. Una volta terminato l’acquisto, le confezioni verranno spedite all’indirizzo indicato, tenendo presenti tempi di consegna leggermente più lenti per via della situazione infrastrutturale che ha colpito le Marche. Sottratti i costi di produzione, il ricavato verrà devoluto alla Caritas di Senigallia.

“Desidero ringraziare fortemente coloro i quali hanno contribuito a raggiungere questo risultato straordinario in soli 7 giorni” – commenta Jacopo Corona – co founder di Frolla. “Chi lavora insieme in una comunità forte, con un obiettivo condiviso e uno scopo comune, può rendere possibile l’impossibile. Il progetto Briciole è nato in modo istintivo da persone che guardano nella stessa direzione. Il nostro è un piccolo contributo ma dal significato veramente grande. Abbiamo bisogno di progetti di condivisione e li dobbiamo rendere metodo”.

A Osimo il concerto From Bach to Klezmer

Nuovo appuntamento con Gli Ospiti della FORM, il progetto estivo che fa parte della stagione sinfonica Musicainsieme dell’Orchestra Filarmonica Marchigiana. Venerdì 12 agosto, alle 21.15, nel chiostro San Francesco di Osimo c’è il concerto From Bach to Klezmer, realizzato in collaborazione con l’Amministrazione comunale.

Sul palco il duo, composto da Massimo Mazzoni, al sassofono, e Christian Riganelli, alla fisarmonica, formatosi nel 2008 dall’incontro di questi due artisti di formazione classica che condividono la passione per la musica klezmer, le celebri melodie del cinema e il desiderio di proporre repertori originali per fisarmonica e sassofono. Mazzoni è stato direttore del Conservatorio di musica “G. B. Pergolesi” di Fermo, mentre Riganelli ha ricoperto per anni il ruolo di direttore del museo internazionale della fisarmonica e del Premio Internazionale della Fisarmonica di Castelfidardo (AN). Insieme hanno pubblicato l’album New klezmer tales, composto da sette composizioni inedite.

Ad Osimo portano le musiche di Johann Sebastian Bach con il Trio in sol min., BWV 584; Gabriel Faurè con Sicilienne Op.78; Konrad Wölki con Suite Appassionata; Pedro Iturralde con Suite Hellenique; Erwin Schulhoff con “Hot-Sonate”: III tempo. Lamentoso ma molto grottesco – Tradizionale Der geyser bulgar; Jan Sperling con Blessing Nigun; Oberbeck/Biancamano con Mr Bach meets klezmer e Roberto Pansera con Ballade for a klezmer.

Biglietto unico non numerato a 5 euro. Info biglietteria del Teatro La Nuova Fenice di Osimo, tel. 071-9307050. Acquisto presso la biglietteria nei giorni di spettacolo dalle ore 17 alle ore 21.

Voci in libertà a Osimo e a San Severino

Gli Ospiti della FORM è il progetto che apre il programma estivo della stagione sinfonica Musicainsieme dell’Orchestra Filarmonica Marchigiana. Un doppio appuntamento, a Osimo e a San Severino Marche, con il Glissando Vocal Ensemble che si esibisce nel concerto Voci in libertà.

Il gruppo, con cui la FORM collabora da alcuni anni, è composto da cantanti che frequentano da molto tempo la musica vocale, dalla lirica alla polifonia, e che vogliono esplorare il vasto repertorio della musica vocale a cappella nelle sue declinazioni jazz, pop e swing, eseguito senza accompagnamento musicale.

Un ricco e accattivante programma che viene presentato venerdì 1 luglio al Chiostro di San Francesco a Osimo alle 21.15, in collaborazione con la Città di Osimo e domenica 3 luglio, nel cortile del Palazzo Vescovile di San Severino Marche alle ore 21.30, in collaborazione con il Comune di San Severino Marche.

Si parte dalla canzone Luce di Elisa, scritta dalla cantautrice con il contributo di Zucchero Fornaciari e con la quale ha vinto l’edizione 2001 del Festival di Sanremo, fino ad arrivare a Bohemian Rapsody dei Queen di Freddy Mercury. In mezzo brani di Astor Piazzola, Anders Edenroth, Paul Simon, George Shearing, Elvis Presley, Brian Wilson, Tony Asher, Eden Ahbez, Earth, Wind and Fire, Barry, Robbin, Maurice Gibb, Lionel B Richie, Mercer/Kosma e Fabio Concato.

Il Glissando Vocal Ensemble è formato da Cristina Picozzi (soprano), Paola Chinellato (mezzo soprano), Giovanna Salvucci (contralto), Christian Crescimbeni (tenore), Gian Marco Gasparrini (baritono), Massimiliano Fiorani (basso).

Il progetto Gli Ospiti della FORM torna poi il 16 luglio, sempre a San Severino Marche, stavolta con il duo Massimo Mazzoni, sassofono, e Christian Riganelli, fisarmonica. La replica ad Osimo sarà il 12 agosto. In questo caso il concerto è From Bach to Klezmer.

Luigi Piovano da giovedì 3 marzo a Osimo, Jesi, Fabriano e Macerata

Il violoncellista Luigi Piovano è il solista protagonista del prossimo programma del cartellone sinfonico FORM dal titolo MUSICAINSIEME.

L’Orchestra Filarmonica Marchigiana, diretta in questa occasione proprio dal primo violoncello solista dell’Orchestra di Santa Cecilia, si esibisce da giovedì 3 marzo a Osimo, Jesi, Fabriano e Macerata con “SAINT-SAËNS E MENDELSSOHN”.

In programma il Concerto per violoncello e orchestra n. 1 in la min., op. 33 di Camille Saint-Saëns, una delle sue opere più rappresentative che gli valse la considerazione di molti per l’originalità e la vivacità d’ispirazione. Infatti, in questo brano, il compositore francese da una parte mostra il rispetto per le forme classiche, e dall’altra va alla ricerca della libertà creativa, del colore e dell’impasto timbrico, della melodia insolita, dell’interazione con forme ancora più antiche. A seguire la Sinfonia n. 3 in la min., op. 56 Scozzese di Felix Mendelssohn-Bartholdy, ultimo dei cinque lavori sinfonici del compositore, dalla lunga elaborazione. Un’opera, dedicata alla regina Vittoria, che evoca con grande suggestione paesaggi e sensazioni ora eroiche, ora malinconiche, ora grandiosamente epiche.

Luigi Piovano è indubbiamente uno dei più apprezzati violoncellisti italiani; dal 2012 è direttore musicale dell’Orchestra ICO della Magna Grecia di Taranto e tra i suoi impegni più imminenti, oltre alla serie di concerti con la FORM, ci sono il debutto sul podio dell’Orchestra del Mozarteum di Salisburgo e dell’Orchestra Verdi di Milano e Tosca al Teatro Bellini di Catania.

L’Orchestra Filarmonica Marchigiana e Luigi Piovano si esibiscono giovedì 3 marzo al Teatro La Nuova Fenice di Osimo per una prova generale aperta alle ore 21 (prezzo speciale di 5 euro); gli appuntamenti successivi sono al Teatro Pergolesi di Jesi il 4 marzo, alle ore 21, al Gentile di Fabriano domenica 6 marzo alle ore 17 (concerto inserito in SUONI PER LA RINASCITA – nell’ambito del progetto MarcheInVita – Lo spettacolo dal vivo per la rinascita dal sisma) e martedì 8 marzo al Teatro Lauro Rossi di Macerata, alle ore 21.