Jazz’Inn, il living lab che da sette anni porta l’economia nelle sue forme più nuove lontano dai luoghi comuni, torna con la sua settima edizione che quest’anno vedrà il borgo di Scanno, nel cuore dell’Abruzzo, diventare capitali per il matching, lento. Investitori e start up, aziende, amministrazioni pubbliche ma anche professionisti si riuniranno sulle rive del lago a forma di cuore dal 27 giugno al 1° luglio prossimi.

Scanno ospiterà la prima delle due tappe di Jazz’Inn 2023, format ideato nel 2017 che mira a sviluppare l’ecosistema innovazione. Promosso e organizzato dalla Fondazione Ampioraggio, il living lab ha registrato in questi sette anni numeri importanti per l’economia di imprese e territori: circa 40 milioni di euro di ricadute, 200 startup partecipanti, 500 colloqui Invitalia e 90 progetti finanziati con vari incentivi (mediamente 200mila euro ciascuno) e 500 presenze ad edizione.

Questa edizione vedrà un programma particolarmente ricco di appuntamenti, contenuti e case givers, quarantacinque, pronti a presentare i propri progetti innovativi. Tra questi ci saranno i quattro principali operatori delle telecomunicazioni Tim, Wind, Fastweb e Infratel, tre investitori/finanziatori (Fira, Core Angel e Innovalley), hub di innovazione italiani e internazionali, borghi e comuni, enti di promozione turistica, culturale e tanti altri. Ospite sarà IBM, che avrà un corner dedicato all’interno del quale metterà a disposizione dei partecipanti le risorse presenti sulla piattaforma mondiale di formazione gratuita IBM SkillsBuild, che facilita l’apprendimento e il miglioramento delle skills tecnologiche e trasversali richieste oggi maggiormente dal mercato del lavoro. Tra i corsi promossi quello di Cybersecurity Fundamentals, AI Fundamentals, Project Management e Design Thinking.

A consolidarsi sarà un modello di business che nasce dalla relazione e dalla sua evoluzione dialogica e interpersonale, grazie anche ai ritmi lenti dettati dalla vita del borgo e dalla sua cornice naturale, allietata dalle note degli happening musicali dedicati al Jazz. A Scanno si incontreranno innovatori, startupper, investitori, imprenditori e istituzioni da tutta Italia per promuovere l’innovazione, creare connessioni significative e stimolare investimenti in un contesto lento e informale, che solo un borgo può offrire, nel quale le persone possono fermarsi e soffermarsi per qualche giorno e confrontarsi sui progetti e idee in un brainstorming continuo.

Nelle cinque giornate i partecipanti avranno l’opportunità di esplorare nuove idee, sviluppare progetti innovativi e collaborare con esperti del settore, attraverso tavoli di lavoro preorganizzati e open talk sulle tematiche di attualità: l’intelligenza artificiale e le sue possibili evoluzioni, il futuro e i “nuovi mondi” del lavoro, la delocalizzazione della globalizzazione e la ripresa dell’economia dei borghi, la sostenibilità dello sviluppo economico tra spese e investimenti. Tra i relatori ci saranno Alessandro Musumeci, Capo Segreteria del Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio con delega all’Innovazione, Gian Marco Verachi, Product Manager di Invitalia, Angelo Radica, Presidente dell’Associazione Nazionale Città del Vino e tanti altri.

L’evento sarà anche un’occasione per scoprire Scanno e i suoi stretti vicoli, le bellezze naturalistiche di questo luogo ai confini del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, noto anche come “il borgo dei fotografi”, ritratto da Henri Cartier-Bresson, Hilde Lotz-Bauer e l’italiano Mario Giacomelli, famoso per i suoi ritratti paesaggistici e per la foto “il bambino di Scanno”, o Scanno Boy, esposto al Museo d’Arte Moderna di New York (MoMA). Ci saranno momenti dedicati alla scoperta della tradizione enogastronomica locale e culturale a complemento delle giornate di lavoro, per continuare, in lentezza e in maniera conviviale a stabilire interazioni e momenti di scambio.

La seconda e conclusiva tappa di Jazz’Inn 2023 sarà in Sicilia a Scopello (TP) dal 26 al 30 settembre prossimi.

Di IN DIES

Pin It on Pinterest