Dal 25 ottobre al 31 dicembre 2022, un’importante selezione di reperti etruschi proveniente dai depositi del MANU – Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria, arricchirà il percorso museale del MUVIT – Museo del Vino di Torgiano. A presentare l’iniziativa, martedì 25, alle ore 18 sarà Teresa Severini, della Fondazione Lungarotti che illustrerà il prestito affiancata da Maria Angela Turchetti, Direttore del MANU – Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria, e da Adamo Scaleggi, Restauratore. Sarà presente anche il Tenente Colonello Guido Barbieri, Comandante Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Perugia.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito del macro progetto “Viticoltura e vino in Umbria: dagli Etruschi ai benedettini” che ha portato alla ricollocazione di un corredo vinario in bronzo d’epoca etrusca, oggetto di un importante restauro conservativo, e alla realizzazione di una nuova sezione museale. L’allestimento è incentrato sul simposio che, con le sue regole e rituali, i suoi corredi e attività ludiche, segna la storia del vino nei secoli.

Dai depositi del MANU sono giunti in prestito al MUVIT reperti di rilievo: tra questi, una Hydria in bucchero rosso con fregio di cavalli alati e figure ornitomorfe (secondo-terzo quarto del VI secolo a.C.) e un Kottabos del IV secolo a.C., reperto di eccezionale importanza archeologica che è stato esposto al pubblico solo in rare occasioni, tra cui la mostra Gli Etruschi di Perugia al Castello di Bratislava nel 2014.

Il prestito è frutto di un’intesa sinergica tra pubblico e privato – MANU-MUVIT – il cui obiettivo è unire le forze per promuovere le ricchezze del patrimonio culturale regionale.

TraMusei indica una rete di collaborazione tra i Musei della Fondazione Lungarotti e le istituzioni museali più importanti dell’Umbria, tra cui appunto il MANU, nata per promuovere scambi temporanei di opere, prestiti, incontri culturali, mostre, e condividere eventi e manifestazioni.

Info e prenotazioni: + 39 075 9880200 – prenotazioni musei@lungarotti.it

Di IN DIES