Il cambiamento climatico è un fenomeno in peggioramento di anno in anno, che rende sempre più urgente un impegno concreto anche da parte delle aziende.

Nei centri urbani i materiali utilizzati per costruire edifici e strade durante il giorno assorbono e rilasciano calore contribuendo all’innalzamento delle temperature. Più gli edifici sono alti e la quantità di asfalto è maggiore, più aumenta il cosiddetto “effetto canyon”: l’energia del sole viene intrappolata e rilasciata in forma di calore, aumentando sensibilmente la temperatura percepita dal corpo. In questo contesto svolgono un ruolo cruciale gli alberi, che riescono ad abbattere la temperatura di 2-3 gradi.

Mauro Frantellizzi, Direttore Marketing Galbani Cheese presenta l’ultima iniziativa del brand in collaborazione con Legambiente per la tutela del verde cittadino, il progetto “Insieme piantiamo alberi”, condotto anche nelle Marche.

Fino al 15 luglio i consumatori marchigiani potranno votare l’area Ciclabile fiume Esino e Rocca a Mare a Falconara Marittima (Ancona) affinché al termine del concorso sia tra le prime 5 più votate, che vedranno grazie a Vallelata la messa a dimora di una base di 100 alberi e arbusti, a cui si aggiungeranno ulteriori alberi fino ad un totale massimo di 1000 nelle 5 aree.

Dopo aver coinvolto oltre 700 studenti in giro per l’Italia lo scorso anno, Vallelata renderà protagonisti i giovani ancora una volta: alle 5 aree vincitrici saranno abbinate 5 scuole primarie del territorio che riceveranno una lezione su temi ambientali, tenuta dagli esperti Legambiente, un kit per piantare a casa piccole piante e la possibilità di partecipare alla giornata di piantumazione che si terrà in autunno. Una volta piantati, Legambiente si occuperà della cura degli alberi per i primi 3 anni.

Di IN DIES