auto

autoIl bello della mobilità sostenibile incontra il fascino retrò delle 500 d’epoca. A firmare questo connubio è la Green Vehicles, azienda con sede a Jesi (An) specializzata nella produzione di veicoli elettrici e nell’elettrificazione di mezzi esistenti. Il team tecnico ha dato nuova vita a due esemplari della mitica Fiat 500 “Spiaggina”, trasformandoli in veicoli completamente elettrici e mantenendo intatto lo stile vintage dell’amatissima auto Made in Italy. Un esemplare è da poco partito alla volta dell’Isola di Saint Barthélemy, piccolo paradiso nei Caraibi amato dai vip, mentre un secondo veicolo, dal 3 giugno, sarà a disposizione degli ospiti di un Luxury hotel 5 stelle sul Lago di Como.

“Con il progetto ElettroVintage – spiega Enrico Cappanera, General Manager di Green Vehicles – abbiamo sviluppato un filone specifico dedicato all’elettrificazione di auto d’epoca che hanno fatto la storia per brand, status sociale e glamour. La Spiaggina è in mito intramontabile degli anni ’60, l’abbiamo trasformata in un veicolo completamente ecologico e da collezione. Questo progetto sta incontrando l’interesse di tanti appassionati, in particolare di chi ha una sensibilità ambientale e ama l’eleganza senza tempo di queste auto”.

Le due vetture green sono frutto della trasformazione di due Fiat 500 modello F del 1967 e del 1968. Le fasi di intervento di questo progetto comprendono il restauro completo delle parti meccaniche, della carrozzeria e degli interni e l’installazione del kit di elettrificazione, che rende la Spiaggina un moderno veicolo green: un sistema costruito con la tecnologia più innovativa, con motore brushless che riduce le esigenze di manutenzione e batterie al litio di ultima generazione. La 500 Spiaggina riattualizzata in chiave green ha un’autonomia di circa 100 km e può raggiungere la velocità di 70 km/h, in linea con lo stile slow di queste auto.

La Green Vehicles ripone inoltre grande cura nel restauro della carrozzeria e nel riallestimento degli interni, con i sedili in midollino naturale ed altri accorgimenti che richiamano le atmosfere di una volta, come il tendalino e l’ampio cestello da pic-nic. Ogni modello diventa unico grazie alle personalizzazioni in linea con il gusto dell’acquirente e la destinazione d’uso: gli interni della 500 destinata all’Isola di Saint Barthélemy, ad esempio, sono stati in parte rivestiti con teak, materiale utilizzato in ambito nautico che offrirà la migliore resistenza alle improvvise piogge delle aree caraibiche.

Di IN DIES