Si inizia a metà giugno con Palermo Festival, ma il pieno di musica live arriva ad agosto con le nuove edizioni di FestiValle, Mish Mash e Opera Festival, a settembre invece tutti alle Eolie per il SalinaDocFest, il festival del documentario narrativo.

Quella di quest’anno sarà un estate indimenticabile, dopo due anni di difficoltà e restrizioni la musica live, i concerti e le manifestazioni culturali hanno finalmente ripreso la loro consueta attività. Tante le manifestazioni sull’isola che offrono spunti interessanti per una vacanza all’insegna della musica, delle arti visive, del cinema, dell’enogastronomia e della condivisione.

Ecco una selezione di alcuni eventi da non perdere, tra concerti, tuffi in mare, trekking vulcanici, sapori della tradizione, arti visive e digitali e tanto divertimento. Save the date!

Si inizia il 17 e il 18 giugno con Palermo Festival, la kermesse musicale che ripercorre il mito del glorioso Palermo Pop 70, il festival che 50 anni fa cambiò le coscienze dei siciliani (o almeno ci provò).

Non tutti infatti sanno che lo stadio della città tra il 1970 e il 1972, ospitò il primo vero festival ‘underground’ in Italia, il Palermo Pop 70 fu il Woodstock siciliano, con una serie di concerti rivoluzionari per quegli anni che coinvolsero oltre 40.000 spettatori. Un evento epocale che fece arrivare a Palermo leggende della musica come Aretha Franklin, Black Sabbath, Arthur Brown, Duke Ellington e molti altri.

Oggi questo mito rivive grazie a ‘Palermo Festival’ con una line up di artisti nazionali della scena underground e alternativa contemporanea che si esibiranno sabato 18 giugno, nei giorni precedenti molti saranno gli eventi collaterali tra dj set, color party, attività sportive, un premio per musicisti emergenti e una mostra fotografica dedicata a Palermo Pop 70 con foto inedite.

Agosto è il mese per eccellenza dei festival musicali sull’isola, si parte per una prima tappa di un ideale viaggio itinerante da Agrigento, dove dal 4 al 7 agosto ritorna FestiValle, il festival internazionale di musica e arti digitali della Valle dei Templi
Un boutique festival che mette al centro della sua ricerca l’incontro tra le sonorità jazz e le contaminazioni contemporanee. Quattro giorni di concerti e spettacoli immersi nella magia millenaria della Valle dei Templi, il parco archeologico più grande al mondo, inserito nella lista UNESCO dei Patrimoni Culturali dell’Umanità.

Ogni concerto vive nell’incanto di luoghi senza tempo: i live al tramonto nel rigoglioso Giardino della Kolymbethra con vista sul Tempio dei Dioscuri, la prima serata sul main stage ai piedi del maestoso Tempio di Giunone, l’after party sulla spiaggia di San Leone, dove musica e spettacolari architetture luminose si rincorrono sulla battigia.

Giovedì 4 agosto si celebra la reunion dei Karate, sarà poi la volta di assistere ad altri due concerti: Rita Payes & Elisabeth Roma: la giovane in formazione di quartetto con la madre, chitarrista classica, e l’attesissimo spettacolo di Dele Sosimi, ambasciatore internazionale delle originali sonorità Afrobeat! Venerdì 5 agosto segnerà l’incontro tra due mondi: il funk urbano e il sound afro-caraibico con i Nu Genea e il groove psichedelico dei Mauskovic, cinque virtuosi polistrumentisti olandesi. Sabato 6 agosto arriva in esclusiva italiana Kamaal Williams, Tastierista e producer britannico di fama internazionale, punto di riferimento per la nuova scena jazz mondiale. Domenica 7 agosto al tempio di Giunone il celebre musicista brasiliano Toquinho festeggerà i suoi 50 anni di successi, un concerto tributo a tutti quei grandi amici con cui l’artista ha condiviso musica e poesia.

Si continua con la seconda tappa di un ideale viaggio itinerante verso Milazzo, che dal 7 al 10 agosto ospita Mish Mash, il festival di musica elettronica, pop, rock e indie del Castello di Milazzo, un luogo estremamente suggestivo sullo sfondo delle Isole Eolie. Mish Mash è il festival musicale che celebra il melting pot culturale che ha attraversato la cittadella fortificata di Milazzo, il forte arabo- Normanno più grande di Sicilia.
Giunto alla sua sesta edizione ospiterà quattro giorni di concerti, installazioni artistiche e live performance con i protagonisti dello scenario della musica indipendente.Tra gli artisti già annunciati: gli Apocalipse wow, bnkr44 e Dumbo Gets Mad, i due vincitori della maratona musicale 21 e due formazioni straniere che verranno rivelate a breve.

Il nostro viaggio itinerante di agosto si chiude a Milo con Opera Festival, previsto dal 17 al 21 agosto sulle pendici dell’Etna. Una suggestiva tre giorni dove il vulcano e la sua natura faranno da palcoscenico ad artisti italiani e internazionali tra albe musicali in antiche vigne, concerti nel bosco ai piedi di un albero secolare e secret event in antiche cave e grotte vulcaniche, nel paese etneo che stregò Battiato.
Opera Festival sceglie per i suoi concerti venues magiche, sospese tra terra e mare. Opera vuole celebrare la musica e le arti attraverso la ricerca, la promozione e la valorizzazione del territorio vulcanico e offre un’ampia selezione musicale che spazia dal pop sperimentale ai suoni tradizionali della scena musicale locale. Il programma prevede anche conferenze, laboratori, attività all’aperto, degustazioni di vini e spettacoli musicali site-specific. Tra gli artisti già annunciati Brain De Palma, Ditonellapiaga, Dov’è Liana, Ela Minus, Hollyspleef, Mykki Blanco, Oklou, Paula Tape, Roza Terenzi b2b Reptant, Sky H1 + Mika Oki, Soichi Terada, Yin Yin.

Settembre è uno dei mesi più belli per visitare le isole Eolie, e allora perché non approfittare della sedicesima edizione del SalinaDocFest, che approda dal 15 al 18 Settembre sull’isola più verde dell’arcipelago?

Tanti gli attori e i registi italiani e internazionali che ogni anno popolano la kermesse, così come tanti sono gli appuntamenti tra cinema, natura e cultura a cui poter partecipare durante la tre giorni: dalle proiezioni dei documentari in concorso, agli appuntamenti “eno-cinema” (visioni al tramonto di grandi film italiani accompagnati da degustazioni di vini dell’isola), fino ai tributi dedicati ai grandi protagonisti della storia del cinema italiano come Gassman, Tognazzi e Morricone. Durante il SalinaDocFest sarà inoltre possibile visitare le caratteristiche cantine dell’isola e conoscere attraverso visite guidate le più interessanti realtà di produzione gastronomica artigianale.

La sedicesima edizione della kermesse ospiterà inoltre la sezione speciale “Tradizione e Innovazione nella cucina eoliana / 1° Salina”, il progetto patrocinato dall’Assessorato delle Attività Produttive della Regione Siciliana che punta alla valorizzazione dei prodotti e delle lavorazioni agroalimentari artigianali eoliane e celebra l’unione tra il cinema e le eccellenze dell’enogastronomia tradizionale, rendendo protagonisti della magia del cinema il vino, l’ olio, la malvasia, il cappero, le conserve salate, le conserve dolci e le granite tradizionali insieme ai produttori, ai territori e ai paesaggi che rendono le eccellenze isolane uniche nel loro genere.

 

Di IN DIES