Nel 2021 nelle Marche sono stati spesi 30,2 milioni di euro per effettuare le revisioni auto nelle officine private autorizzate. Al confronto con il 2020, quando la spesa per le revisioni auto in regione era stata di 26,2 milioni, c’è stata una crescita del 15,3%. La provincia delle Marche che nel 2021 ha registrato la maggiore crescita della spesa rispetto al 2020 è Fermo (+23,1%), davanti a Macerata (+16,1%), Ascoli Piceno (+15,4%) e Ancona (+15,0%). Questi dati emergono da un’elaborazione dell’Osservatorio Autopromotec su informazioni del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Di pari passo con la tendenza nazionale, anche nelle Marche si è assistito a una netta crescita del numero di revisioni: 438.264 effettuate nel 2021 contro le 392.556 eseguite nel 2020.
Ciò è avvenuto perché nel 2020 molti automobilisti non hanno eseguito la revisione, approfittando delle proroghe delle scadenze previste durante l’emergenza sanitaria. Questa situazione eccezionale ha portato nel 2021 a un numero di revisioni superiore anche a quello del 2019, ultimo anno pre-pandemia. Un ulteriore fattore che ha influito in maniera decisiva sull’aumento della spesa per le revisioni è stata la crescita della tariffa, passata, a partire da novembre scorso, da 45 a 54,95 euro. Per compensare tale aumento è stato creato un sito internet (www.bonusveicolisicuri.it) tramite cui chi ha effettuato la revisione della propria auto dal 1° novembre al 31 dicembre 2021 può richiedere un rimborso di 9,95 euro, una cifra pari all’aumento della tariffa.

Di IN DIES