Marchestorie, doppia tappa in provincia di Macerata

Condividi

Marchestorie fa tappa in provincia di Macerata con un doppio appuntamento: mercoledì 25 agosto in piazza della Libertà a Macerata e il primo settembre al Varco sul mare di Civitanova Marche, alle ore 21.

La manifestazione, fortemente voluta dalla Regione Marche e organizzata dall’AMAT e dalla Fondazione Marche Cultura, è stata presentata nella sala consiliare della Provincia di Macerata.

Marchestorie è il Festival dei borghi marchigiani – ha dichiarato il direttore artistico Paolo Notari in conferenza stampa – che valorizza le storie dei nostri Comuni, raccontate con immagini e interventi musicali grazie anche a 850 artisti locali tra gruppi folkloristici e bande. La provincia di Macerata è quella che ha più borghi coinvolti, ben venti che hanno risposto ad un bando della Regione. Questo festival, che va dal 2 al 19 settembre e che coinvolgerà 54 Comuni marchigiani, viene anticipato da Marchestorie show che proprio domani sarà a Macerata e il 1 settembre a Civitanova Marche, dove si chiude questo minitour”.

Sarà una vera e propria festa di tutto il territorio marchigiano, dal mare alle montagne per conoscere le nostre meravigliose città e i luoghi più nascosti o misteriosi; assaggiare cibi nuovi e rincorrere emozioni inedite, seguendo le trame di una conoscenza che si fa spettacolo e divertimento.

“È un’iniziativa che offre particolare risalto e attenzione al nostro meraviglioso entroterra, composto da tantissimi borghi ricchi di storia, arte, civiltà e umanità – ha affermato il Presidente della Provincia Antonio Pettinari – . Questi borghi, oggi, vivono con difficoltà a seguito del terremoto, ma desiderano fortemente rimettersi in cammino. Sottolineo la decisione dell’Amministrazione regionale che con questo Festival ha voluto mettere in risalto la ricchezza del nostro territorio, a loro va il plauso dell’intera comunità provinciale”.

La serata, condotta dall’inviato Rai Uno Paolo Notari con la regia di Sabino Morra, vedrà sul palco grandi artisti: Gastone Pietrucci de La Macina, la fisarmonicaorchestra di Diego Trivellini, il gruppo Li Pistacoppi di Macerata, quello folk Città di Matelica, il circo Takimini e il barman Stefano Renzetti con le Marche nel bicchiere.

“Un plauso a chi ha promosso questa prima edizione di Marchestorie che ha visto la luce in un anno particolare, ma che probabilmente ha trovato la spinta proprio dalla resilienza e dalla voglia di rinascita che si legano in modo indissolubile alla promozione delle bellezze del nostro territorio – è intervenuto il sindaco di Macerata Sandro Parcaroli -. Marchestorie ci darà l’opportunità di compiere un viaggio unico di scoperta e consapevolezza attraverso le narrazioni e le tradizioni del nostro territorio; solo conoscendo in modo profondo la nostra storia possiamo promuovere le Marche, ovunque, nel mondo”.

A Macerata si parlerà di fisarmonica e ci sarà anche un omaggio al grande Gimmy Fontana. Ha concluso il sindaco di Civitanova, Fabrizio Ciarapica: “Abbiamo la necessità di lavorare insieme, questa doppia data in provincia di Macerata è più che simbolica. È la testimonianza che i due Comuni stanno portando avanti insieme un lavoro che valorizza e che porta beneficio a tutto il territorio, con spirito di collaborazione, mettendo da parte ogni campanilismo”.

Cultura e Società Macerata Marche News

Immagini da un matrimonio nel nuovo calendario dei serraltani 2022

Condividi

CondividiIl giorno del sì con tante coppie felici e sorridenti, di ieri ma anche di oggi, in un grande ricordo collettivo riunito in dodici mesi. Ci sono una dozzina di immagini davvero speciali ad accompagnare le pagine del nuovo calendario che il Comitato frazione di Serralta ha dato alle stampe per salutare questo 2022. L’attesissima […]

Leggi tutto
Cultura e Società Macerata Marche News

Marche: presentazioni del libro “Dodici Presidenti. Vite da Quirinale da De Nicola a Mattarella”

Condividi

CondividiDalle macerie del Secondo Conflitto Mondiale all’emergenza pandemica, passando per il boom economico, la Guerra Fredda e gli anni di piombo e delle contestazioni. Dietro le quinte o sul palco, ma mai spettatori, dodici uomini hanno lasciato, ciascuno a suo modo, e con la forza delle proprie idee, un’impronta indelebile nella storia del Paese, orientandone […]

Leggi tutto
Macerata Marche News

E’ Roberto Marcantoni il “Serraltano dell’Anno”

Condividi

CondividiE’ Roberto Marcantoni il “Serraltano dell’Anno”. In realtà nato a Biella, esattamente 34 anni fa, Roberto ha da sempre mantenuto le radici con la terra dei genitori che si sono trasferiti al nord, per lavoro, negli anni Ottanta. “Ogni estate, il giorno dopo la fine della scuola, venivo giù per trascorrere le vacanze dai nonni […]

Leggi tutto