Infrastruttura Li-Fi all’Istituto di istruzione superiore “Costanza Varano” di Camerino

Condividi

Alta tecnologia per l’Istituto di istruzione superiore “Costanza Varano” di Camerino. Nel polo scolastico in località Madonna delle carceri sarà infatti realizzata una infrastruttura Li-Fi che permetterà il contemporaneo accesso alla rete degli studenti e del docente presenti all’interno dell’aula multimediale, annullando le emissioni di campi elettromagnetici nella scuola. Si tratta del primo impianto installato in una scuola della Provincia.

Il progetto innovativo, dal costo di quasi 60mila euro, viene finanziato con il bando regionale “Servizi Scolastici: rete locale Wireless “zero EMF” POR-FESR 2014/2020 Asse 2 Azione 6.2.1B”, che intende conseguire la finalità di sperimentare nuove tecnologie ad alta velocità ed emissione di radiofrequenza nulla o minimale.

Il bando è stato presentato dalla società in house providing Task SRL, incaricata con decreto del Presidente, Antonio Pettinari.

Il Li-Fi (Light Fidelity) è una tecnologia wireless innovativa che, per trasmettere dati e informazioni, utilizza le onde luminose emesse da una lampadina a LED anziché le onde radio.

Grazie alle sue caratteristiche uniche quali velocità di trasmissione dati, connessione senza fili in assenza di onde radio, estrema sicurezza e accuratezza, questa tecnologia potrebbe arrivare presto a sostituire la tecnologia Wi-Fi in molti ambiti applicativi, specialmente in ambienti interni. I vantaggi del Li-Fi rispetto al Wi-Fi sono considerevoli: offre maggiore larghezza di banda (il Li-Fi può raggiungere una velocità di trasmissione dati superiore ai 10 Gbps), efficienza, disponibilità e sicurezza migliori, trasferimento dei dati più veloce.

La nuova infrastruttura prevede l’installazione di apparecchi di illuminazione Li-Fi a copertura di più postazioni di lavoro. Ogni sistema emettitore ha al suo interno un modem che modula la luce a velocità impercettibile come avviene per i segnali radio; la lampadina funge quindi da Li-Fi router.

La luce viene rilevata da 18 adattatori dongle abilitati che, una volta inseriti nella presa USB del PC, ritrasmettono i dati all’apparecchio di illuminazione tramite un collegamento ad infrarosso. Il flusso dei dati viene codificato e modulato successivamente da un software, che li traduce in impulsi luminosi ad alta frequenza.

A questo punto la lampadina a LED, emettendo migliaia di impulsi luminosi al secondo, garantisce la rapida trasmissione dei dati.

Marche News

Premiato in Veneto il giornalista Daniele Bartocci

Condividi

CondividiIllustre riconoscimento per il giovane giornalista marchigiano Daniele Bartocci e per il suo servizio giornalistico “Julio Velasco: dal violento regime di Videla alla conquista del mondo”. Domenica la città di Lendinara (Rovigo) ha reso omaggio ad Adolfo Rossi, nel Centenario della scomparsa di uno dei migliori giornalisti italiani, nonché ex Caporedattore Corriere della Sera. Nella […]

Leggi tutto
Eventi Marche News

Bike&Wine Press nelle Marche per accompagnare il turismo della vendemmia

Condividi

CondividiDal 28 settembre al 2 ottobre il terzo tour del format ideato per “mettere in sella” i professionisti dell’informazione, raccontando la ripartenza post Covid – e in modalità sostenibile – di un comparto strategico come l’enoturismo. E la Regione ha appena approvato un ddl sull’enoturismo. Andrea Guolo, Giambattista Marchetto e la new entry Andrea Cuomo […]

Leggi tutto
Macerata Marche News

San Severino Marche celebra il suo copatrono, San Pacifico

Condividi

CondividiA trecento anni dalla morte, avvenuta il 24 settembre 1721, la Città di San Severino Marche rende omaggio al suo copatrono, San Pacifico, con un ricco calendario di eventi e iniziative che celebrerà, anche nelle prossime settimane, questa straordinaria figura della Chiesa cattolica cui, ancora oggi, molti settempedani sono legati. Preceduta da un saluto di […]

Leggi tutto