I gioielli di Bona Calvi: miniature tra sensibilità e artigianato

Condividi

Dopo gli studi classici, è la passione per il disegno e la pittura ad acquarello che spinge Bona Calvi, classe 1989, ad iscriversi all’accademia di Belle arti di Brera e successivamente a frequentare la scuola Orafa Ambrosiana di Milano, portandola nel 2015 a creare le prima miniature.

Bona parte da uno studio ad acquarello, passando attraverso la antica tecnica della modellazione a cera persa, fino ad ottenere forme plastiche ispirate a ciò che ci circonda: dal polpo al leone, dalle balena alle foglie di ginko, fino ad arrivare a coccinelle e melograni , vere e proprie microsculture pronte per essere trasformate in piccoli monili di bronzo, argento e, su richiesta, oro.

Una collezione che omaggia l’arte dell’oreficeria artigianale e reinterpreta la natura con sofisticata delicatezza, regalandoci piccole miniature da indossare, collezionare e regalare.

Bona realizza anche progetti su richiesta del cliente nel suo laboratorio di via Stampa 8 a Milano.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!