Teatri Sanseverino incontrano D. Di Pietrantonio da “remoto”

Condividi

Si alza il sipario sulla stagione “da remoto” dei Teatri di Sanseverino. Il divieto a spettacoli in presenza, dovuto all’emergenza sanitaria da Covid-19 e che ha visto chiudere molti luoghi della cultura, non ha scoraggiato il direttore artistico, Francesco Rapaccioni, che è ricorso alla rete per far sentire la voce di tanti protagonisti. Scrittori, giornalisti e studiosi, in una formula davvero inedita ma capace di raggiungere chiunque in ogni luogo del mondo, si raccontano sulla pagina Facebook che diventa così un palcoscenico grazie al quale è possibile anche interagire con commenti e condivisioni.Primo appuntamento della “nuova stagione” l’incontro con un’autrice speciale: la scrittrice Donatella Di Pietrantonio, vincitrice del Premio Campiello 2017 che presenta il suo nuovissimo, splendido, imperdibile romanzo “Borgo Sud”, edito da Einaudi.

Prossimi protagonisti saranno il giovane Gabriele Dadati, rivelazione della storia dell’arte italiana e autore di un intrigante libro sulla Modella di Klimt, quadro rubato a Piacenza negli anni Novanta e misteriosamente riapparso anni dopo, un giallo mai chiarito, insieme allo scrittore Sandro Veronesi, vincitore di ben due premi Strega il secondo dei quali quest’anno con “Il colibrì”, edito dalla Nave di Teseo, al teologo Vito Mancuso, agli autori Andrea Vitali ed Edoardo Nesi, un altro premiato allo Strega.