San Severino tra poesia, musica e degustazioni

Condividi

Poesia ma anche letture e musica e una conviviale a tavola. Il festival di poesia totale “La Punta della Lingua” per la sua quindicesima edizione ha scelto San Severino Marche, tra le terre del sisma, uscendo così dai suoi tradizionali spazi. Due le giornate in programma, la prima dedicata alla poesia dei bambini e alla letteratura per ragazzi è già andata in scena. L’iniziativa domani (sabato 8 agosto) porterà nel monumentale complesso di San Domenico la seconda “tappa” settempedana.
L’appuntamento si aprirà alle ore 18 con un laboratorio di traduzione poetica, a cura di Andrea Franzoni e Renata Morresi. Traduttore dallo spagnolo, dal francese e dall’inglese, alle prese con autori complessi e plurivoci come Gilles Deleuze, Andrea Franzoni svelerà i segreti alla base della traduzione delle poesie di Jack Spicer.
La poeta Renata Morresi, Premio nazionale per la Traduzione nel 2015, presenta la propria traduzione di “Il Circo del sole”, prima pubblicazione italiana di Robert Lax, tra i maggiori rappresentanti della poesia concreta e minimalista internazionale. Un libro in cui si alternano riflessioni liriche tra il naturalistico e il metafisico, apparizioni di personaggi strani e meravigliosi e descrizioni di numeri circensi.
Alle ore 19, invece, la rassegna presenterà la terza edizione de “Le Marche della Poesia”. Le Marche non sono solo la terra di Giacomo Leopardi, ma anche di altri grandi poeti tra cui Paolo Volponi, Joyce Lussu, Franco Scataglini e Luigi Di Ruscio, che hanno aperto la strada a un gran numero di poeti contemporanei, molti dei quali già affermati. Per testimoniare e coltivare questa presenza plurale, ogni anno il festival dà spazio alle voci del territorio. La quindicesima edizione de “La Punta della Lingua” ospiterà le letture di Jacopo Curi, Massimo Gezzi, Francesca Gironi, Renata Morresi, Adelelmo Ruggieri e Luigi Socci
A seguire Cena con l’Autore: il ristorante LK ristoro servirà prodotti tipici di San Severino Marche con il contributo minimo di 20 euro (antipasti, tagliere di salumi marchigiani, verdure grigliate di stagione, stuzzicherie di prodotti tipici, vincisgrassi, maialino con patate a forno e contorno di insalata). Per maggiori informazioni tel 3471493274. Durante la cena la scrittrice Loredana Lipperini dialogherà dei suoi libri con Chiara Gabrielli. Dalle ore 21 trenta minuti di video poesie di Billy Collins e poi gran finale con il concerto dei Têtes de Bois con Andrea Satta alla voce e Angelo Pelini alla fisarmonica e tastiere. Si tratta di una band speciale, cresciuta fra strade e svincoli, in luoghi impropri, capitali europee, periferie e cinture urbane, che ha organizzato concerti sul camioncino, sulle scale mobili nei sotterranei dei metrò, in fabbriche abbandonate, interventi estemporanei con le biciclette, sui tram, nelle stazioni ferroviarie, eventi, festival, club, centri sociali, teatri, progetti e grandi palchi. La loro musica spazia tra poesia, rock, folk, si riempie di parole, suggestioni e rumori catturati nel transito, e si sublima in quel suono sospeso tra emozione pura, ironia e straniamento che è la cifra propria della band. Gli ingressi ai vari appuntamenti sono obbligatoriamente su prenotazione www.lapuntadellalingua.it

La rete d’imprese Suono Enogastronomico Maceratese propone invece una serata sotto le stelle domani (sabato 8 agosto), a partire dalle ore 19. Aspettando il tramonto, e fino a tarda notte, presso la cantina fattoria Duri, in località Colleluce, prodotti tipici, vini Doc e vernaccia Docg e poi musica con gli Acusticanti e revival anni 80/90, deep house e tribal con dj Bonx. Per info tel. 3687799651.