Categorie
Macerata Marche News

Convitto (MC): scuola in presenza e servizi garantiti

Condividi

“Il Pannaggi è scuola e continuerà a essere scuola, oggi è occupato dal Convitto Nazionale, che ha perso la sua sede storica e dove tornerà appena ristrutturata”. Il Presidente della Provincia Antonio Pettinari dichiara risolta la questione dei spazi che interessa la scuola maceratese, in conferenza stampa, insieme all’ingegnere Luca Fraticelli dell’ufficio tecnico dell’Ente e della Rettrice Annamaria Marcantonelli.

“Da settimane stiamo effettuando diversi sopralluoghi – prosegue Pettinari – insieme ai tecnici e alla Rettrice, per capire come affrontare l’inizio del nuovo anno scolastico, viste le nuove disposizioni del piano scuola. Con il recupero degli spazi inutilizzati, riusciremo a soddisfare le attuali esigenze del Convitto e così abbiamo raggiunto l’obiettivo di garantire le necessità della scuola. Saranno anche sistemati gli spazi esterni e quelli verdi. Inoltre il Convitto diventerà di competenza della Provincia, dopo la definizione di tutti gli aspetti concernenti la scuola, tramite una apposita convenzione”.

Al tribunale vengono confermati gli spazi concessi a disposizione, temporaneamente, per la durata dei lavori di bonifica amianto nello stabile principale. “Tutte le istituzioni devono collaborare per i primari obiettivi – aggiunge Pettinari – ognuno per le proprie funzioni e competenze. Quindi alla Provincia competono esclusivamente le scuole e la loro migliore organizzazione; tuttavia conferma la volontà di mettere a disposizione alcuni spazi già definiti, seppur in via provvisoria. Infatti il Pannaggi è una scuola e rimarrà tale e dopo il trasferimento del Convitto nella sua sede storica sarà utilizzato dall’istituto professionale, che attualmente si trova in via Batà”.

“La soluzione trovata dalla Provincia – afferma la Marcantonelli – è di piena soddisfazione per il Convitto Nazionale perché ci consente di accogliere i ragazzi e i bambini rispettando le norme di sicurezza e le attuali disposizioni dovute al Covid-19. Voglio ringraziare il presidente Pettinari e i tecnici per il lavoro svolto insieme per trovare la migliore soluzione. La scuola sarà in presenza, e saranno garantiti anche i servizi per il pomeriggio, molto importanti e richiesti dalle famiglie. Tra le altre cose, la sede del Pannaggi dove siamo permette di rispettare la regola del distanziamento sociale, anche grazie alle numerose entrate e uscite che si avranno a disposizione con i lavori supplementari previsti prima dell’inizio dell’anno scolastico. Obiettivo raggiunto e questo è importantissimo, perché darà al Convitto la sicurezza di cui ha bisogno”.