Categorie
Eventi Macerata News

Chiusura della raccolta fondi “Musicamdo Jazz for Families”

Condividi

Si è conclusa formalmente, con la consegna degli assegni, la raccolta fondi voluta da Musicamdo e dalla sua orchestra, la Musicamdo Jazz Orchestra, nata per sostenere le famiglie di Camerino, Macerata e Tolentino, territori duramente colpiti dal terremoto del 2016 e dall’emergenza epidemiologica da Covid-19.

“Musicamdo Jazz for Families”, questo il nome del progetto ospitato dalla piattaforma www.gofundme.com, ha nei giorni attivi di raccolta fondi attirato le attenzioni della stampa locale e nazionale con un passaggio anche sul programma di Rai Uno, Linea Verde, nonché il servizio del TGR Marche. Nella giornata di ieri Daniele Massimi, presidente dell’associazione Musicamdo ha incontrato gli amministratori dei comuni interessati per consegnare l’assegno che verrà utilizzato per la distribuzione di beni di prima necessità alle famiglie in difficoltà.

«Abbiamo voluto renderci utili con un gesto concreto nei territori che oltre al terremoto si trovano a combattere con le diverse problematiche dovute al lockdown causato dal covid-19 – ha dichiarato Daniele Massimi – I fondi sono stati raccolti grazie alla sensibilità dei musicisti componenti della Musicamdo Jazz Orchestra e delle tantissime persone che hanno condiviso con noi questo progetto. Oggi consegniamo il denaro raccolto ai Sindaci di Tolentino, Macerata e Camerino da destinare alle famiglie in difficoltà».

L’iniziativa ha raccolto il plauso degli amministratori.

«Ringraziamo Musicamdo per la sensibilità che ha dimostrato anche in questa occasione nei confronti della nostra città – sostiene l’Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Camerino Giovanna Sartori – È un’associazione che ha sempre dimostrato un forte legame col territorio e il suo attaccamento, di cui ha dato prova anche con altre iniziative, è indubbiamente qualcosa che ci arricchisce. Il Covid19 pur distanziandoli fisicamente non ci ha allontanati e così anche questa volta Daniele Massimi e Musicamdo hanno avuto un pensiero per le famiglie in difficoltà. Oggi riceviamo questo piccolo contributo che è dimostrazione di un grande senso di comunità e di voglia di fare – e conclude – Mi piace portarli come esempio perché ognuno di noi può fare qualcosa per l’altro anche nei momenti di difficoltà e se tutti ci rimbocchiamo le maniche, indubbiamente sapremo rendere migliore la città e Camerino anche nei momenti di difficoltà».

Alle parole dell’assessore Sartori fanno eco quelle del vice Sindaco del Comune di Macerata Stefania Monteverde «La musica è sempre generosa perché regala grandi emozioni e oggi regala solidarietà. Ringraziamo Musicamdo Jazz, dimostra ancora una volta la grande sensibilità con cui anima la nostra comunità, mettendo insieme cultura creativa e attenzione ai bisogni del territorio. Nessuno si salva da solo e anche un piccolo gesto ha un valore enorme. Grazie perché sulle note del jazz fate volare tutto il nostro territorio».

Anche il Sindaco di Tolentino Giuseppe Pezzanesi e l’Assessore alle Politiche Sociali Francesco Pio Colosi si uniscono ai ringraziamenti «L’associazione Musicamdo con straordinaria sensibilità ha voluto incrementare la nostra raccolta fondi destinata a sostenere le famiglie in difficoltà. Effettivamente il nostro territorio già duramente segnato dal sisma si trova ora a gestire la difficile ripartenza dopo il lungo periodo di chiusura per ridurre il pericolo di contagio. Ogni giorno ci troviamo a dover rispondere a esigenze sempre crescenti da parte di molte famiglie che sono effettivamente in difficoltà per diversi motivi. Quanto ci viene donato sarà trasformato in buoni spesa che saranno consegnati ai nuclei familiari, dietro segnalazione dell’Ufficio Servizi Sociali. Il nostro Assessore alla Cultura Silvia Tatò sta lavorando con Stefano Conforti per promuovere e organizzare un concerto della Musicamdo Jazz Orchestra che vogliamo ospitare, quanto prima, nuovamente a Tolentino».

IL PROGETTO MUSICAMDO JAZZ FOR FAMILIES.

Ventidue musicisti, ventidue case, una sola melodia per infondere forza e speranza in un territorio già duramente colpito dal terremoto del 2016 e ora alle prese con l’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Il progetto ha visto ogni musicista interpretare il brano nell’intimità della propria casa per poi unire magicamente le singole parti a comporre l’intera composizione. Una melodia suonata con passione e forza dalla big band che testimonia la grande voglia di ricominciare e ripartire ancora una volta.

Sulle note di “Shiny Stockings” brano di Frank Foster, arrangiato da Sammy Nestico e suonato dalla big band di Count Basie, la big band di 22 elementi, nata subito dopo il terremoto del 2016 sotto l’egida dell’Associazione Musicamdo, si fa interprete di un sentire comune, quello che anela il ritorno alla vita.

Musicamdo ha dato il compito alla sua big band, sin dalla sua nascita, di rendere la musica strumento utile a instillare fiducia e unione nelle popolazioni colpite dal sisma, collante di socialità, risposta proattiva alla terribile situazione. Proprio per la vocazione con la quale è nata, la big band maceratese non ha potuto esimersi dal tornare sul campo anche in questo momento che vede il mondo intero alle prese con una delle più temibili pandemie della storia globale, quella da Covid-19. Ancor più, la Musicamdo Jazz Orchestra ha sentito forte l’esigenza di suonare per il territorio maceratese, dove i postumi della devastazione del terremoto sono ancora bene presenti e visibili e dove a una emergenza ne è subito seguita un’altra senza soluzione di continuità. Da questa iniziativa si è subito generata la raccolta fondi.