Partita nelle Marche la sperimentazione dell’app immuni

Condividi

Nelle Marche e in altre tre regioni (Liguria, Abruzzo e Puglia) l’app Immuni è già operativa in fase sperimentale, per consentire di mettere a punto le procedure di introduzione in tutta Italia.

Nella giornata di ieri, l’app che funziona solo se è attivo il bluetooth del proprio telefono, è risultata la più scaricata tra le app gratuite.

“Ora abbiamo un’arma in più per fronteggiare il Covid e per contenere il virus – ha affermato, qualche giorno fa, il presidente della Regione Luca Ceriscioli- e per questo le Marche hanno aderito volentieri alla fase sperimentale.

L’app Immuni è un ulteriore strumento a nostra disposizione: nessuno saprà dove siamo, cosa facciamo o come ci chiamiamo, ma l’App potrà informarci immediatamente se siamo entrati in contatto con una persona positiva, e ci consentirà di seguire subito i necessari percorsi di sicurezza sanitaria”.