Il movimento allontana i rischi più gravi da CoVid-19

Condividi

Mentre sono stati tanti gli specialisti che hanno consigliato di seguire una dieta sana per rafforzare il sistema immunitario e contrastare l’infezione da Coronavirus, pochi hanno puntato sull’importanza del movimento e del continuare a svolgere attività aerobica, magari a casa.

Invece, secondo un esperto americano, la sindrome da distress respiratorio acuto molto fatale nei pazienti con Covid-19, si può prevenire con l’esercizio fisico o almeno ridurre nella sua gravità.

Lo sostiene il dottor Zhen Yan della Virginia University of Medicine.

In uno studio, pubblicato sulla rivista scientifica Redox Biology, lo specialista suggerisce che il superossido dismutasi extracellulare (ecSOD), un antiossidante che i muscoli producono naturalmente e la cui produzione è potenziata dall’esercizio cardiovascolare, può scongiurare la sindrome da distress respiratorio acuto.

Questo potente antiossidante elimina i radicali liberi dannosi, proteggendo i tessuti e aiutando l’organismo a prevenire le malattie.

I muscoli producono naturalmente EcSOD, ma la sua produzione è potenziata dall’esercizio cardiovascolare.

Il blocco della produzione di EcSOD peggiora i problemi cardiaci, mentre il suo aumento ha un effetto benefico.

Secondo Yan, si osserva una riduzione dell’antiossidante in diverse patologie, tra cui le patologie polmonari acute, la cardiopatia ischemica e l’insufficienza renale. La riduzione di EcSOD è anche associata a malattie croniche come l’artrosi.

Il ricercatore suggerisce quindi di aumentare la produzione dell’antiossidante nei polmoni, dei pazienti affetti da Covid-19, con la terapia genica.

Questa strategia terapeutica prevede l’inserimento di geni nelle cellule o nei tessuti di un individuo per il trattamento di una malattia.

EcSOD è già stato proposto come potenziale cura nella retinopatia diabetica, una complicazione del diabete che può portare alla cecità.