Categorie
News

Una dieta sostenibile può salvare il Pianeta

Condividi

Il 23 febbraio e il 22 marzo, la mostra “Noi, il cibo, il nostro Pianeta: alimentiamo un futuro sostenibile” ospiterà workshop e attività da condividere con tutta la famiglia per comprendere che quello che mangiamo è strettamente connesso alla salute del Pianeta.

 

Scoprire come, adottando una dieta sostenibile, si può salvare il Pianeta. E scoprirlo divertendosi insieme. Perché per combattere i cambiamenti climatici e l’erosione delle risorse naturali che la terra è in grado di rigenerare ogni anno, serve uno sforzo da parte di tutti, iniziando da quello che mettiamo in tavola. È con questo spirito che Fondazione Barilla, nell’ambito della mostra interattiva “Noi, il cibo, il nostro Pianeta: alimentiamo un futuro sostenibile”, aggiunge agli appuntamenti riservati alle scuole, due occasioni di confronto e approfondimento dedicati a tutte le famiglie.

Il 23 febbraio e il 22 marzo, nell’ambito di Parma2020 Capitale Italiana della Cultura, i laboratori della mostra, saranno aperti eccezionalmente a genitori e figli che, insieme, potranno partecipare a workshop e attività didattiche per far nascere un senso di cittadinanza attiva e una crescente consapevolezza verso un futuro sostenibile, attraverso la comprensione dei nostri sistemi alimentari. L’obiettivo è mostrare come, dal campo alla tavola, quello che mettiamo nel piatto ogni giorno sia strettamente interconnesso coi 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile promossi dall’Agenda 2030 dell’ONU.

Il primo appuntamento, il 23 febbraio, vedrà coinvolte le famiglie – in occasione del Carnevale – in uno speciale approfondimento laboratoriale sul legame tra “CIBO, CULTURA E SOSTENIBILITÀ”. Educatori esperti accompagneranno gli ospiti alla scoperta delle tradizioni culinarie di alcuni Paesi del mondo, conosciuti per la loro storia e cultura gastronomica, al fine di comprenderne il valore e stimolare la contaminazione. Punto forte dell’incontro è scoprire che nonostante culture differenti, la sostenibilità del cibo è un bisogno urgente che ci accomuna.

Il secondo appuntamento speciale, fissato invece per il 22 marzo, celebra la Giornata Mondiale dell’acqua e la lotta al suo spreco con il laboratorio “ACQUA E SOSTENIBILITÀ”. Anche in questo caso famiglie e bambini potranno immergersi in un percorso attraverso alcune filiere produttive, scoprendo l’impatto della produzione alimentare in termini di utilizzo di acqua. Il laboratorio sarà utile a scoprire come poter contribuire alla nostra salute e a quella del Pianeta, anche solo limitando lo spreco alimentare che avviene sulle nostre tavole.

Dobbiamo ripensare il nostro approccio al cibo e per farlo serve partire da un percorso culturale, che coinvolga i singoli, le famiglie e gli studenti. La mostra dal titolo “Noi, il cibo, il nostro Pianeta: alimentiamo un futuro sostenibile” nasce per mettere in luce il ruolo fondamentale che la cultura del cibo riveste nella rapida evoluzione della nostra società e raccontare come le nostre scelte alimentari possano contribuire a far bene a noi, ma anche al Pianeta”, spiega Anna Ruggerini, Direttore Operativo della Fondazione Barilla.

Per partecipare compilare il form di registrazione al seguente link: https://www.barillacfn.com/it/progetti_educativi/noi_il_cibo_il_nostro_pianeta/parma2020/registrazione/

Per informazioni e ulteriori dettagli su tutti i progetti educativi visitare il seguente link: https://www.barillacfn.com/it/progetti_educativi/noi_il_cibo_il_nostro_pianeta/