Concorso un Sabbatico Alle Bahamas

Condividi

Airbnb insieme al Bahamas National Trust, ONG locale impegnata nella tutela dei 32 parchi nazionali del paese, annuncia il Bahamas Sabbatical, un’opportunità unica per 5 persone di lasciare la propria routine quotidiana e trasferirsi per due mesi in un vero paradiso naturale.

Vivendo nell’arcipelago, composto da oltre 700 isole e 2.400 banchi corallini con acque tra le più limpide del pianeta, i partecipanti scopriranno le Bahamas in un modo nuovo, lavorando a fianco dei bahamensi con l’obiettivo di preservare le risorse naturali dell’arcipelago e rivitalizzare le industrie in declino contribuendo così alla ricostruzione di un paese che dopo i danni dell’uragano Dorian dipende fortemente dal turismo.

Tre isole in due mesi

Tra aprile e maggio 2020, i partecipanti vivranno in tre splendide isole (Andros, Exuma ed Eleuthera), immergendosi nella cultura locale e contribuendo a preservare antiche tradizioni e preziose risorse naturali.

1 – TRA I CORALLI DI ANDROS

Nell’isola di Andros, dove si trova la terza formazione corallina più grande al mondo. i partecipanti collaboreranno con la fotografa subacquea e di viaggio Katie Storr per creare un programma di ripristino della barriera corallina nel parco marino Nord, costruendo e impiantando un nuovo vivaio, dove verranno coltivati frammenti di barriera corallina, da trapiantare in seguito nelle aree danneggiate. I partecipanti inoltre esploreranno le doline blu, raccoglieranno spugne e molto altro.

2 – IN BARCA A VELA A EXUMA

Sede del primo parco nazionale del paese, Exuma è famosa per le sue acque cristalline ricche di pesci e altre forme di vita marina. Qui, il sommozzatore Andre Musgrove lavorerà a stretto contatto con i partecipanti per replicare l’ecosistema di Exuma in altre acque limitrofe che sono state colpite da specie infestanti, nello specifico il pesce scorpione. Riducendo con prudenza la popolazione dei pesci scorpione, si aprirà la strada all’introduzione di altre specie nella barriera corallina. Inoltre, i partecipanti svolgeranno attività come la conservazione dei molluschi, la costruzione di barche tradizionali e la vela.

3 – NELLE PIANTAGIONI DI ELEUTHERA

A Eleuthera, lunga isola sottile con spiagge di sabbia rosa, si trova la riserva naturale Leon Levy, che funge anche da centro di ricerca per la tradizionale ‘bush medicine’. Qui, insieme a Omar McKlewhite, maestro giardiniere, i partecipanti impareranno le tecniche di proliferazione degli alberi autoctoni e pianteranno una piantagione di bush tea. Durante il soggiorno su Eleuthera, inoltre, studieranno le specie locali, coltiveranno l’ananas secondo le tecniche tradizionali e raccoglieranno sale marino.

Alla fine dei 2 mesi, ogni partecipante avrà lavorato fianco a fianco con i rappresentanti della comunità locale per creare programmi duraturi in grado di promuovere pratiche positive, con la speranza di generare un impatto economico per le generazioni a venire, nonché nuove Esperienze Airbnb che i visitatori delle isole potranno prenotare a beneficio della comunità locale e a supporto degli sforzi verso un futuro sostenibile.

“In questa fase di ricostruzione del paese, è un privilegio collaborare con il Bahamas National Trust per sostenere e promuovere una nazione le cui economie vivono di turismo. Per proseguire con questo impegno, siamo lieti inoltre di sottoscrivere un memorandum d’intesa con il Ministero del Turismo, al fine di promuovere le attività turistiche nel paese attraverso Airbnb, anche al di là del programma Bahamas Sabbatical. Questo è un luogo speciale e chiunque abbia visitato una qualsiasi delle isole che compongono la nazione resta ammaliato dall’aria, dal sole, dalle spiagge, dal cibo, dalle comunità e soprattutto dalla gente”. – Chris Lehane, Vice Presidente delle Politiche Globali e della Comunicazione di Airbnb.

Le Bahamas oggi

Dopo i danni dell’uragano Dorian, le Bahamas sono un paese che dipende fortemente dal turismo per la sua ricostruzione. Le attività locali svolgono un ruolo cruciale nel favorire l’autonomia e l’autosufficienza delle “Family Islands” (soprannome affettuoso utilizzato dalla popolazione locale per descrivere il modo in cui le centinaia isole – nonostante il numero – sono fortemente collegate e integrate tra loro) ma si trovano ad affrontare problemi derivati da un ecosistema in evoluzione e dal calo demografico. Negli ultimi anni tantissimi abitanti delle Bahamas si sono messi in gioco per contribuire a creare un futuro più sostenibile per il loro paese, reintroducendo pratiche tradizionali di agricoltura e pesca etica e impegnandosi per il ripristino della barriera corallina. Tramite il Bahamas Sabbatical gli sforzi della popolazione locale si integreranno con la missione del Bahamas National Trust che propone una collaborazione con i partecipanti del programma chiamati a sostenere la crescita delle attività locali, tutelare i numerosi parchi nazionali e responsabilizzare i rappresentanti delle comunità locali promuovendo un maggior impegno verso la sostenibilità.

“Le Bahamas sono aperte a nuove opportunità, mentre ci impegniamo nel ripristino di parti dell’arcipelago devastate dall’uragano Dorian, la stragrande maggioranza del territorio è già pronto ad accogliere i visitatori. La collaborazione con Airbnb è un’incredibile opportunità per preservare la nostra cultura e le nostre risorse e far conoscere al mondo intero i tanti volti del paese e lo stile di vita bahamense”. – Eric Carey, Direttore esecutivo del Bahamas National Trust

Come candidarsi

Per candidarti, visita la pagina airbnb.com/sabbatical e compila il modulo di iscrizione. Prima di inviare la propria candidatura, consigliamo di leggere attentamente le regole per la selezione, disponibili sul sito. I candidati devono aver compiuto 18 anni, essere disponibili a rimanere alle Bahamas per 2 mesi da aprile a maggio 2020 per fare volontariato presso il Bahamas National Trust ed essere in grado di sostenere una conversazione in inglese. Inoltre, dovranno dimostrare il loro impegno a contribuire alla vita dell’isola. Il programma Bahamas Sabbatical è un progetto promosso dal Bahamas National Trust, approvato dal Ministero del turismo delle Bahamas e sponsorizzato da Airbnb. La selezione finale dei 5 partecipanti sarà annunciata il 25 marzo 2020. Il sabbatico è aperto ai residenti da 18 anni in su dei seguenti paesi e regioni: Argentina, Australia, Austria, Belgio, Brasile, Canada, Cile, Cina continentale, Corea del Sud, Danimarca, Dubai, Francia, Germania, Giappone, Hong Kong, India, Irlanda, Italia, Malesia, Messico, Norvegia, Nuova Zelanda, Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, Russia, Singapore, Spagna, Stati Uniti, Sudafrica, Svezia, Svizzera, Taiwan e Thailandia.