Pesaro e Urbino: befane volanti, calze da gustare, premi, laboratori e spettacoli

Condividi

Pesaro e Urbino (Marche) – Saranno i divertenti appuntamenti dedicati alla vecchina più simpatica e amata dai bambini – la Befana – a chiudere il calendario de “Il Natale che non ti aspetti” organizzato dalle Pro Loco di Pesaro e Urbino in collaborazione con Regione Marche e Provincia.

Particolari, gioiose e golosissime, le manifestazioni in programma dal 4 al 6 gennaio 2020 a Pesaro e Urbino. Come la “Festa Nazionale della Befana” di Urbania. L’antica Casteldurante, per 3 giorni, tornerà a, stupire grandi e piccini con le novità della 26^ edizione e le conferme che l’hanno resa celebre in tutta Italia: 1.000 calze cucite a mano a colorare le viuzze del borgo, 300 aiutanti della vecchina che incontreranno i piccini, la calza da record lunga più di 50 metri. Urbania ospiterà poi la Casa della Befana, dove vive la dolce vecchina, tra giochi d’epoca, il calderone in cui prepara le sue pozioni e riserve di dolciumi per i bravi bambini. Qui c’è anche il suo curioso Ufficio Postale, il luogo in cui la Befana riceve le lettere di tutti i bambini del mondo e dove è possibile scrivere la propria letterina. Tra i momenti più divertenti la sfilata (ore 17) della Calza più lunga del Mondo; tra quelli più emozionanti la spettacolare discesa della Befana (tutti i giorni di festa, ore 18) che planerà sulla folla, a bordo della sua scopa, con un acrobatico volo di36 metri durante il quale la vecchina lancia caramelle e dolciumi. Un appuntamento che quest’anno si arricchirà con uno spettacolo di luci e musica.

 

Ricco anche il programma della Città della Fortuna per il weekend dell’Epifania. Torneranno, per le 3 giornate, in piazza XX Settembre a Fano, i mercatini dell’artigianato. La vera festa inizierà poi domenica 5 quando Natale e Carnevale si fonderanno in una giornata super colorata: alle 17.30 in piazza XX Settembre, Andrea Lodovichetti, presenterà la sua lirica dedicata al Vulòn. Seguirà la performance di Giuliano Del Sorbo che unirà pittura, teatro, musica per dare vita a El Vulòn su una tela di 8 metri per 2. Il 6 gennaio, la piazza principale, dalle 15.30, ospiterà i laboratori del Ludobus, K-artone e spettacoli per i più piccoli. Alle 16.30 naso all’insù per “Circo verticale”: “Le Appese” si esibiranno in una danza acrobatica aerea. Alle 17.30 personaggi magici e giochi di luci faranno da apripista all’arrivo della vecchina che, insieme alle aiutanti del Vespa Club Fano, consegnerà ai bambini 1.200 calze ricche di dolciumi. La Befana arriverà anche in paracadute all’aeroporto Enzo e Walter Omiccioli. Alle 9.30 prevista la visita agli hangar, a seguire cioccolata calda senza glutine ed esibizioni aeree in attesa dell’arrivo delle befane paracadutiste che scenderanno dal cielo alle 11.30. In 3 delle oltre 100 calze che saranno consegnate ai piccoli visitatori, ci sarà un buono per un volo con l’Aeroclub Fano, uno per un volo con Eagles Aviation Academy e uno per una cena al ristorante Barone Rosso.

 

Tre giorni a tutta Befana anche a Gradara che ha in programma percorsi e animazioni per grandi e bambini per scoprire – divertendosi – la Rocca più romantica d’Italia. Sabato 4 gennaio (fino al 6 gennaio) dalle 10, torna il mercatino creativo per le vie del borgo, con artigianato ed idee regalo nei negozi. Alle 10.30 e 11.30 è previsto “Il Giullare del Castello” (anche lunedì 6 gennaio) percorso al coperto per bambini dai 4 ai 9 anni con intrattenimento e visita guidata alla Rocca (prenotazione allo 0541.964115 – 340.1436396). Per grandi e piccini da non perdere anche “Tra torri e Grotte, nel Castello di Paolo e Francesca” emozionante itinerario nella Rocca di Gradara al coperto con partenza alle 11 e 16 (altri orari su richiesta allo 0541.964115 e 340.1436396). Il percorso si svolge anche domenica 5 e lunedì 6 gennaio.

 

Domenica 5 gennaio il programma ideato dalla Pro Loco di Gradara in collaborazione con il Comune si arricchisce anche dei “Giochi medievali” con sfide e disfide medievali “roccambolesche” per adulti e bambini, dalle 10.30, nel centro storico; con i “Racconti intorno alle Mura”, una Walkscape per raccontare storie legate al castello, alle città vicine, al territorio e alle sue trasformazioni (partenze ore 10.30 e 11.30, gratuito, su prenotazione: tel. 0541 964115 340 1436396 ); e “Alla ricerca della vera befana”: un talent scout si aggirerà tra gli ospiti del borgo alla ricerca della degna erede per proclamarla Befana di Gradara 2020. Animazione nel borgo, dalle 10.30. A celebrare la vecchia saranno anche i “Cugini di Babbo Natale” che, sui trampoli, sproneranno a ballare e a far festa, tra musica e danza (dalle 15). Per l’Epifania poi, il borgo medievale, lunedì 6 gennaio, ha in serbo la magia regalata dalle “Bolle di Nonno Bolla”, dalle 10.30, animazione nel borgo itinerante e interattiva, e le befane che si aggireranno per le viuzze sui trampoli (dalle 15 a cura di Circa Teatro).

 

Pesaro si andrà prima “A smaltire col sindaco” con una passeggiata fitness in città domenica 5 gennaio, alle 9.30 da Piazza del Popolo. Il 6 gennaio, dalle 17 alle 19, in piazza del Popolo a Pesaro appuntamento con “La Befana in giro per il Mondo”, un tour alla scoperta di danze e culture da tutto il mondo che si intrecciano nel palco svelando al pubblico musiche, passi e costumi, le fondamenta irrinunciabili di tradizioni tanto diverse fra loro quanto bellissime. Il progetto attraverso 15 tappe, 3 attori e 40 ballerini, suggerisce un primo passo “alla scoperta dell’altro” concludendosi con qualche goloso dono per i bimbi più buoni.

 

A Urbino proseguiranno gli appuntamenti con “Le Vie dei Presepi” che consentirà di conoscere oltre 200 natività collocate nei punti più belli della città Ducale. Venerdì 5 gennaio, dalle 17 alle 20, da non perdere anche la “Tombola dei Bambini” al Collegio Raffaello e al Salone Raffaello in piazza della Repubblica. Domani e venerdì 5 gennaio, dalle 16 alle 18, Urbino propone inoltre una nuova rievocazione della Natività con figuranti in costume quattrocentesco. La manifestazione si svolge nel bel cortile quattrocentesco di Palazzo Odasi, in Via Valerio, nel cuore del centro storico. L’evento è a cura di ARSC Atelier di Battista e Compagnia d’Arte “I Poeti della Spada”.

 

Fermignano saluterà la vecchina più amata dei piccini con la “Festa dell’Epifania”: al termine della Santa Messa in duomo, ore 11:15, i Re Magi distribuiranno i loro doni ai bambini.