Un anno di zapping… e di like

XII edizione di “Un anno di zapping… e di like 2018/2019”, 300 prodotti televisivi e web recensiti: 210 i programmi di qualità e con contenuti validi da vedere con tutta la famiglia, 42 i sufficienti, 48 i bocciati. Assegnati 28 “Premi MOIGE” a programmi tv, spot e canali Youtube di qualità.

Assegnati, inoltre, 3 Premi speciali della Polizia Postale, della Polizia Stradale e della Federazione Italiana Cuochi. Infine, assegnato a Oreste Castagna il premio speciale MOIGE alla carriera.

Sono questi i numeri della nuova edizione della Guida “Un anno di zapping”, curata dall’Osservatorio Media del MOIGE – Movimento Italiano Genitori, presentata oggi a Montecitorio da Eleonora Daniele, alla presenza delle Istituzioni, di direttori di rete, autori, presentatori, attori e professionisti della tv e della comunicazione e del web.

 

Tra gli altri, hanno partecipato: Oreste Castagna, Enzo Decaro, Sabrina Ferilli, Domenico Iannacone, Milo Infante, Elisa Isoardi, Corrado Formigli, Enrico Lo Verso, Chiara Maci, Guillermo Mariotto, Massimo Poggio, Paolo Ruffini, Alessandro Tiberi, Lorenzo Baglioni, Jack Nobile, Julia Elle. Oltre a Carlo Freccero (Direttore di Rai 2), Stefano Coletta (Direttore Rai 3), Luca Milano (Direttore Rai Ragazzi), Francesca Carravieri (Direttore di Sky Uno) e tanti altri protagonisti della televisione e del web in Italia.

 

Una Guida critica sulla tv che, giunta alla dodicesima edizione, si conferma un punto di riferimento per le famiglie, le autorità di garanzia e per chi fa televisione. La guida si prefigge di essere strumento utile per le famiglie per una scelta consapevole che tenga conto di maturità, sensibilità, età e gusti dei loro figli.

Un volume che mira ad evidenziare non solo il brutto della televisione italiana con programmi diseducativi e trash, ma l’esistenza di una tv di qualità, capace di stimolare una visione critica, di intrattenere e divertire in maniera semplice e pulita.

 

Nella stagione 2018/2019 abbiamo verificato la presenza di un’offerta sempre più diversificata di contenuti mediatici che vanno dalla più tradizionale tv generalista alle più innovative piattaforme web. Rispetto ai contenuti invece abbiamo avuto conferma di una deriva sempre più trash dei soliti programmi ai quali si affianca, invece, una programmazione di qualità nella forma e nei contenuti con importanti punte di eccellenza tra fiction, programmi di intrattenimento e per bambini, canali youtube e spot.

 

INTRATTENIMENTO, CULTURA, INFORMAZIONE E REALITY

Nella categoria “Intrattenimento”, a ricevere i Premi sono stati:

“Generazione Giovani” (Rai 2), per aver reso protagonisti i giovani, stimolando la libera espressione delle loro opinioni in un confronto costruttivo e nel rispetto delle posizioni altrui; “I dieci comandamenti” (Rai 3) per non aver mai smesso di cercare la speranza  nei luoghi più dimenticati, dove vivono gli ultimi, persone ai margini della società, spesso invisibili ma pieni di vita e di insegnamenti da darci. Come nel caso della straordinaria testimonianza della preside “coraggio” che a Caivano lotta con i suoi collaboratori per educare i suoi studenti ai valori della legalità; “Non ho l’età” (Rai 3) che ha raccontato l’amore sbocciato nella terza età, dimostrando che la vita possa regalare gioia e felicità anche a coloro che sono convinti di non poter più rivivere emozioni simili; “Siti italiani del Patrimonio Mondiale UNESCO” (Rai Storia – Rai 3) che ha ricordato agli italiani la ricchezza culturale e artistica e la bellezza di questo meraviglioso Paese di cui si deve essere orgogliosi abitanti.
“Up & Down” (Italia 1) uno spettacolo unico che ha voluto rimarcare le risorse da valorizzare delle persone con disabilità; “Piazzapulita” (LA7) per la qualità delle inchieste portate avanti con serietà e professionalità, dimostrando che il lavoro dei giornalisti è utile alla comunità e può contribuire al miglioramento della società; “L’Italia a morsi” (Food Network – Real Time) per aver raccontato che la cucina in Italia è insieme nutrizione, educazione, manifestazione di amore e che esistono tante cuoche nelle nostre case custodi, anche attraverso il cibo, della famiglia e della tradizione; “Alessandro Borghese Kitchen Sound Kids” (Sky Uno) per aver offerto ai genitori tante idee utili a valorizzare l’aspetto “allegro” del buon cibo, per un rapporto sereno con i figli a tavola; “Cuochi e dintorni” (Alice tv) per aver accolto in  cucina, chef affermati e giovanissimi, ricette e anche storie di vita, raccontando belle storie davanti a un buon piatto e aprendo una piacevole finestra sul nostro bel Paese;  “Seven 1/2 ora” (Sky TG24) per aver messo al centro la notizia, senza divagare in dibattiti che sviino dall’argomento e creino polemiche; “Per Sempre” (Tv2000), per aver raccontato gli aspetti più profondi di un rapporto di coppia con un tocco di leggerezza, disponendo lo spettatore ad ascoltare buoni consigli e mettersi in discussione.

FICTION, SERIE TV E DOCU-FICTION

Tra i premi assegnati nella categoria “Fiction, Serie tv e Docu-fiction”:

Due le fiction di Rai 1 che si aggiudicano un premio MOIGE  Tutto può succedere – Terza stagione” per aver saputo raccontare la grandezza della vita quotidiana di tante famiglie che in essa si possono rispecchiare, tra difficoltà e conquiste e “Figli del destino” per aver ricostruito gli avvenimenti storici con uno straordinario lavoro sugli archivi senza trascurare il lato umano fatto di piccoli episodi e di intimi ricordi di quattro bambini.

Su Rai Cinema – Rai 2premiato il docu-film “L’Aquila 3:32 – La generazione dimenticata” che ripercorre gli attimi di terrore dei giovani protagonisti e fornisce un racconto intenso e amaro, ma carico di coraggio, amore e speranza verso il futuro.

Sulle reti Mediaset premio MOIGE a “L’amore strappato” su Canale 5 per aver denunciato il danno gravissimo che possono compiere le Istituzioni quando si arrogano il “diritto” di togliere una figlia ai legittimi genitori e a “9 Mesi” su La5 che ha saputo raccontare attraverso la storia di sei coppie, l’emozione di chi assiste al miracolo di una vita nuova, ne è partecipe, l’accompagna fino al momento in cui viene alla luce e se ne prende cura.

Nella rosa dei programmi family friendly entra anche “Michelangelo – Infinito” su Sky Arte – Sky Cinema Uno che ha saputo trasportare lo spettatore nel mondo storico e interiore di Michelangelo.

 

TV PER BAMBINI E RAGAZZI

Nella categoria tv per bambini e ragazzi premiato il programma “La stella di Andra e Tati” Su Rai Gulp – Rai 3 che sensibilizza i bambini e gli adolescenti agli orrori perpetrati nei campi di concentramento, evitando immagini violente per far posto a elementi evocativi e simbolici; su Rai YoYo premio a “44 Gatti” un’innovativa serie musicale-educativa che insegna a superare le difficoltà attraverso l’amicizia e mostrando che, nella semplicità di una casetta e di un giardino, si può essere più felici di quanti vivono nella solitudine di lussuose ville.

Su Cartoonito si aggiudica un premio MOIGE “Yeti racconta” per aver trasmesso ai piccoli telespettatori la consapevolezza dell’importanza della lettura, imprescindibile strumento di apertura verso il mondo, rimarcandone il valore educativo e formativo.

Infine, premiato il programma “TAO – Tutti all’Opera!” su Classica HD un viaggio nel mondo musicale dell’Opera caratterizzato da semplicità, immediatezza e grinta, rappresentando una novità significativa nel panorama televisivo per ragazzi.

SPOT

Sotto la lente di ingrandimento anche gli spot. Premiati:  “FinecoBank – The Human Factor” per aver ricordato che “La tecnologia serve davvero quando serve il nostro lato più umano”; “Enel Energia – Notte e festivi” per aver presentato il “valore famiglia” come il motore, l’energia per superare le fatiche e vivere momenti importanti della vita quotidiana.

Premio MOIGE anche per “Croissant Bauli – Famiglia è” uno spot che ha descritto con grande realismo la famiglia, sottolineando come sia l’obiettivo più importante a cui un essere umano possa puntare e per “Cirio – Passata verace” che ci insegna che non si può fare a meno di tradizioni e valori senza i quali il nostro Paese perderebbe identità, a partire dalla famiglia che a tavola condivide affetti e amicizia.

 

CANALI YOUTUBE

Fra i  canali youtube il riconoscimento va a “Lorenzo Baglioni” per aver trattato e combattuto fenomeni disfunzionali, come il bullismo e la discriminazione, promosso l’impegno nel sociale e aver realizzato video su cultura e materie scolastiche. Premiato anche il canale youtube “Jack Nobile” per aver trattato temi importanti come il cyberbullismo, che lo rendono uno youtuber vicino ai più giovani e capace di veicolare insegnamenti positivi e “Julia Elle” per essere riuscita, con la sua spontaneità ed energia, ad empatizzare con le mamme di tutte le età, condividendo preoccupazioni, gioie, fatiche e soddisfazioni dell’essere madre.

 

PREMI SPECIALI

Premio della Polizia di Stato – sezione Polizia Postale e delle Comunicazioni riservato alla Fiction “Che Dio ci aiuti – Quinta stagione” che ad ogni stagione affronta temi rilevanti dal punto di vista valoriale – per la puntata dedicata all’utilizzo di smartphone e rete, tra uso e abuso, potenzialità e rischi, e nella quale sono offerti allo spettatore utili spunti educativi su problemi come il cyberbullismo e il revenge porn.

 

Premio della Polizia di Stato – sezione Polizia Stradale al programma “Easy Driver” per aver trasmesso la passione per i motori senza dimenticare che quando ci si mette al volante è fondamentale conoscere e rispettare sempre le basilari norme di sicurezza; che all’amore per viaggi e velocità bisogna affiancare senso di responsabilità, rispetto delle regole e la conoscenza di norme e buoni comportamenti per l’incolumità propria e altrui.

 

Premio Federazione Italiana Cuochi al programma “La prova del Cuoco” (Rai 1), che ha affrontato il tema dell’alimentazione, grazie all’aiuto di esperti del settore e studiosi, in maniera scientifica, spiegando che la buona cucina non è un’intuizione ma una scienza esatta.

Infine, il Premio MOIGE alla carriera ad Oreste Castagna, per aver accompagnato, in quasi quarant’anni di carriera, generazioni di bambini con programmi divertenti, educativi, innovativi, facendo la storia della tv dei ragazzi e diventando un personaggio positivo, rassicurante e degno di fiducia nell’immaginario dei bambini e dei loro genitori

 

I BIDONCINI DEL TRASH

Assegnato anche quest’anno il “bidoncino del trash” a 20 fra programmi e spot che propongono modelli diseducativi, che si nutrono del gossip e dello scandalo. Tra questi: “Grande fratello VIP” (Canale 5), “Uomini e donne” (Canale 5), “Live non è la Durso” (Canale 5),  “Donne Mortali” (Canale Nove); “Alla lavagna!” (Rai 3).

 

Potrebbero interessarti anche...