Cinema e Realtà Virtuale all’Euganea Film Festival

La 18esima edizione di Euganea Film Festival, uno dei più importanti eventi cinematografici a livello nazionale, dedica per la prima volta nella sua storia un’intera sezione alla realtà virtuale. Per oltre dieci giorni, dal 20 al 30 giugno, castelli, musei, ville, corti e parchi dei Colli Euganei diventeranno le location di un Festival che unisce cinema, teatro e musica.

La novità dell’edizione 2019 del festival del cinema è Euganea VR, una sezione interamente dedicata a esperienze di realtà virtuale, grazie all’incontro, alla collaborazione e alla sinergia con Uqido, una software house nata nel 2010 dal forte carattere innovativo che opera nel campo del software development, dell’intelligenza artificiale, dell’IoT e della realtà virtuale e aumentata.

Il contest Euganea VR presenterà 8 produzioni in concorso provenienti dai festival più importanti al mondo e giudicate da una giuria di professionisti del cinema e esperti di comunicazione e VR. Inoltre, affiancheranno il concorso alcuni eventi speciali pensati per avvicinare il pubblico alle molteplici possibilità espressive dalla realtà virtuale.

Grazie all’expertise del team di Uqido, in aggiunta alle storiche sezioni, Euganea Film Festival si apre ai nuovi linguaggi che il cinema già da qualche tempo sta esplorando e si pone tra i primi festival in Italia con una sezione dedicata alla realtà virtuale. Uqido provvederà alla fornitura dei dispositivi per la fruizione dei contenuti della sezione Euganea VR, alla loro configurazione e all’assistenza per l’intera durata del festival. Gianpaolo Greco, Direttore Creativo del Team XR di Uqido e docente al master universitario in “Computer Game Development”, farà parte della giuria tecnica e di qualità che avrà la responsabilità di scegliere il migliore tra i contenuti immersivi in concorso.

Durante la giornata di apertura, Giacomo Garoffolo, XR Technical Lead di Uqido, terrà un worskhop dal titolo “Cosa significa sviluppare esperienze immersive e interattive al giorno d’oggi?”. I partecipanti potranno conoscere il lavoro dietro alla creazione di un’esperienza di realtà virtuale, dall’idea iniziale alla produzione del software che permette la fruizione dei contenuti tramite i visori, e indagheranno temi come lo storytelling, la grafica 3D low-poly, l’audio spazializzato e tantissimi altri ingredienti che danno vita ai contenuti di un media ancora tutto da esplorare.

Potrebbero interessarti anche...